12 paure più comuni sul parto: dall’episiotomia al parto prematuro

Una raccolta delle ansie più diffuse tra le future mamme legate al momento della nascita.

12 paure comuni sul parto

12 paure più comuni sul parto: le paure legate la parto sono molteplici e affliggono tantissime future mamme. C’è sempre il timore che qualcosa possa andare storto e spesso le donne entrano in sala parto spaventate e timorose. Ci si dimentica così che il parto dovrebbe essere un evento naturale della vita di una donna e che, a fronte di alcuni casi in cui i medici devono intervenire per porre rimedio a situazioni critiche, in generale il parto non dovrebbe essere considerato automaticamente un evento medico, ospedaliero. Vediamo ora quali sono le principali paure che le donne avvertono pensando al momento del parto.

12 paure più comuni sul parto: vediamole insieme

  • Episiotomia Si tratta di operazione chirurgica che consiste nell’incisione  del perineo lateralmente alla vagina, per allargare il canale del  parto. In realtà oggi è una pratica molto inusuale e viene effettuata soltanto nei casi di estrema emergenza in cui o la mamma o il feto stanno dimostrando un grave stato di sofferenza,
  • Perdita del piacere sessuale a causa dell’episiotomia o della lacerazione della vagina – Il problema può sussistere, ma alla volte è accentuato dal fatto che le donne hanno paura di parlare di questi temi. Quindi mamme, se dopo il parto avete problemi legati alla sfera sessuale rivolgetevi subito al medico che potrà aiutarvi a superarli velocemente.
  • Morte del feto durante il parto – Questa paura pare sia latente in quasi tutte le donne. L’importante è che non diventi un’ossessione e non vada a intaccare la situazione psicologica della mamma.
  • Defecare o fare pipì durante il parto – E’ assolutamente normale quando si spinge per far uscire un bimbo che qualsiasi cosa ci sia prima della testa del bimbo esca anch’esso. Tutti lo sanno e medici, ostetriche e infermiere meglio di chiunque altro. Dunque mamme non sentitevi in imbarazzo, non c’è niente di disdicevole.
  • Subire un parto cesareo – Il cesareo è un intervento che spesso si rende necessario per le dimensioni del feto o per altre complicazioni che sopraggiungono in fase di travaglio. Sia chiaro: non si è mamme di serie b perché si è fatto il parto cesareo; si è esattamente uguali a chi fa il parto naturale.

Firma: Valentina Colmi

1 di 2

Notizie Correlate

Commenta