5 modi incredibili in cui il Natale agisce sul vostro cervello

Gli scienziati hanno individuato 5 effetti visibili del Natale sulle persone.

Natale

Unimamme, il Natale è appena trascorso e forse avrete già tirato un bel respiro di sollievo dopo la corsa al pranzo e cenone perfetti.

Natale: 5 cose da considerare

Sappiamo tutti che il giorno da trascorrere in serenità in famiglia comporta spesso anche molto stress, quindi vediamo insieme i 5 modi in cui il Natale influisce sul nostro cervello, come si legge su The Conversation.

 

  • lo spirito festivo: la gioia che circonda il Natale può influenzare la chimica del vostro cervello aumentando i livelli di felicità. La dopamina è nota per essere coinvolta nei comportamenti guidati da ricompensa e l’inseguire il piacere, mentre la serotonina è nota per incrementare i sentimenti riguardanti il valore e l’appartenenza.  Alcuni ricercatori dell’Università di Copenaghen hanno condotto studi per scoprire il centro dello Spirito natalizio nel cervello umano. Ai partecipanti a cui sono state mostrate immagini natalizie è stato rilevato un incremento dell’attività del cervello in alcune aree precedentemente associate alla spiritualità, al riconoscimento delle emozioni facciali. Quindi esistono effetti fisici delle feste sulle persone.
  • Stress: non tutti trovano che il Natale sia la festa più gioiosa dell’anno. Il peso di dover sostenere giorni di shopping serrato per trovare il regalo giusto per il compagno o compagna o cucinare il pranzo perfetto è abbastanza per mandare fuori di testa anche la persona più tranquilla. Lo stress causa rilascio di adrenalina e cortisolo. Il cortisolo ha effetti significativi sul nostro ippocampo, diminuendo la vostra memoria e l’abilità di dedicarvi a più compiti.
  • fare regali: non c’è gioia migliore di vedere gli occhi dei vostri amati illuminarsi di sorpresa. Ma perché fare regali ci fa sentire bene? La generosità è collegata al sistema di ricompensa del nostro cervello, causando il rilascio di dopamina ed endorfina. Gli scienziati lo indicano come “sballo dell’ aiutante”, esperienza che si prova dopo aver donato. Questo riduce lo stress e aumenta il desiderio di ripetere atti di gentilezza.
  • legare con la famiglia e gli amici: cuore del Natale è sedere intorno a una tavola con le persone amate. Non si può concepire il Natale senza gli amici e i parenti. Il legame tra di voi e le persone amate porta al rilascio dell’ormone chiamato ossitocina. L’ossitocina, detto “ormone delle coccole” comporta un comportamento materno, fiducia e attaccamento sociale. Questo ormone può aiutare la calda e confusa sensazione che vi coglie a Natale quando siete circondati dalle persone amate.
  • viziare: viziare con i cibi preferiti e le bibite è una parte del Natale, ma eccedere influenza il cervello. La scienza ha dimostrato che si attiva un sentiero che collega l’ipotalamo al sistema immunitario. Questo attiva una risposta immunitaria e un basso grado di infiammazione, per questo potreste non sentirvi bene dopo il pranzo. Certo, un singolo lauto pasto non danneggia il vostro corpo, ma se esagerare diventa la vostra abitudine l’infiammazione diventa cronica e può contribuire al diabete di Tipo 2 e alle malattie del cuore.

Voi cosa ne pensate di queste ricerche?

Anche voi vi sentite così?

Noi vi lasciamo con uno studio su come sia sbagliato mentire su Babbo Natale.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta