I 7 benefici della fascia sui bambini: piangono di meno e dormono meglio

Tutti i benefici indotti dall’uso della fascia.

fasciaUnimamme, oggi affrontiamo un  discorso riguardante l’uso della fascia di cui, magari, qualcuna di voi, usufruirà.

Secondo la teoria dello psicologo John Bowlby i neonati hanno un attaccamento istintivo e geneticamente programmato che ha come perno la mamma.

Main e Cassidy hanno poi integrato questa teoria suggerendo che il modo in cui la mamma risponde ai bisogni del proprio bambino cercando di mantenere il contatto stretto influenza il tipo di attaccamento che si forma.

Successivamente Ainsworth ha riferito che la quantità di tempo che le mamme tengono il loro piccino influenza l’attaccamento sicuro che si sviluppa nei primi mesi di vita.

In pratica le mamme che nei primi mesi di vita tengono i loro bambini per un periodo relativamente lungo e lo fanno in modo dolce e affezionato, quando questi avranno 12 mesi, avranno sviluppato coi loro figli un legame sicuro.

Se invece le mamme non riescono a mantenere i piccoli in modo sicuro ci saranno problemi di ansia e ambivalenza.

Quindi il contatto fisico tra il corpo della mamma e del piccino è molto importante e influenza la relazione che si stabilirà tra mamma e figlio.

I bambini le cui mamme utilizzano la fascia sono sottoposti a tutte queste stimolazioni. Per questo motivo l’aumento del tempo trascorso a contatto con la mamma può influenzare:

  • pianto
  • sorriso
  • vocalizzazione

elementi che Bowlby ritiene legati allo sviluppo dell’attaccamento. L’attaccamento però ha effetti positivi anche sulla mamma:

  • diventa più attenta
  • diventa più responsiva ai bisogni del figlio

Numerosi e approfonditi studi hanno evidenziato l’importanza del conforto del contatto per i neonati che favorirebbe lo sviluppo sociale ed emozionale dei bimbi. Tutto questo sarebbe reso possibile dall’utilizzo della fascia.

In uno studio di Anisfeld nel 1990 condotto su bambini portati in fascia e bambini portati senza questo mezzo ha evidenziato che i primi:

  • si rivolgevano con lo sguardo alla mamma meno frequentemente
  • sembravano vocalizzare e piangere con meno frequenza

Alcuni scienziati hanno obiettato però che questo accadeva perché i piccini erano già a contatto con la mamma. Oltre ai benefici già citati la fascia:

  • riduce l’intensità del pianto dei piccoli
  • migliora lo sviluppo neuromuscolare
  • migliora il distress fisiologico
  • migliora l’organizzazione motoria

Vediamo in modo specifico tutti i benefici

I benefici della fascia sui bambini

sonno dei bambini piccolieffetti sul sonno: la fascia ha un effetto calmante e favorisce il sonno. Aumenta i periodi di sonno giornaliero, riduce i livelli di attività motoria e la variabilità della frequenza cardiaca. Quando dormono nella fascia i piccoli riducono i movimenti oculari durante la fascia REM e ci sono meno risvegli nel sonno tranquillo. Sono necessari stimoli uditivi meno intensi per risvegliarli. Stando a contatto della mamma la loro frequenza cardiaca sottoposta a stimoli esterni varia di meno. Non ci sono variazioni per la frequenza respiratoria, il volume tidal e la saturazione dell’ossigeno.

Firma: Maria Sole Bosaia

1 di 7

Notizie Correlate

Commenta