Adolescenti e sport : allarme dalla Società Italiana di Pediatria

La pratica dello sport è sempre meno diffuso tra i giovani italiani, con conseguenze negative su salute e rendimento scolastico dei ragazzi.

Quante ore di sport praticano i vostri figli? Siamo sicuri che trascorrere i pomeriggi e le serate sul divano o davanti al computer non compromettano la loro salute e sviluppo?

Una ricerca dell’Osservatorio SIP (Società Italiana di Pediatria) circa le abitudini e gli stili di vita degli adolescenti italiani lancia un grido di allarme:

  • il 40% dei ragazzi tra i 13 e 14 anni non pratica alcuna attività sportiva (oltre a quella prevista nel calendario scolastico)
  • il 44% delle ragazze non si dedica allo sport.

Giovanni Corsello, Presidente della Società Italiana di Pediatria, sottolinea la gravità del problema: “Un adolescente dovrebbe praticare almeno un’ora al giorno di attività fisico-sportiva, che non significa necessariamente attività agonistica, ma può essere anche solo correre in un parco. Un’esigenza connaturata alla specifica fase di sviluppo, ma che oggi diventa ancora più necessaria considerando sia lo stile di vita troppo sedentario dei nostri ragazzi, sia le abitudini alimentari spesso non corrette e sbilanciate in eccesso”.

In generale, tutti noi sappiamo che fare sport ha delle conseguenze positive sul nostro fisico e sulla nostra psiche, l’Osservatorio SIP evidenzia l’instaurarsi di un importante circolo virtuoso negli adolescenti che praticano più di due ore di ginnastica di qualsiasi tipo:

  • migliori abitudini alimentari
  • no alle diete fai da te
  • no alla sigaretta e altri vizi
  • miglior rendimento scolastico.

Gli sportivi inoltre sarebbe accaniti lettori di libri non prettamente scolastici e trascorrerebbero meno tempo davanti alla tv o al pc.

Una volta assodato che fare del movimento giova sia alla salute che allo studio tocca agli adulti trasmettere ai propri figli la passione o la curiosità nei confronti di un’attività sportiva, nonché l‘attenzione nei confronti di una dieta sana ed equilibrata.

La Società di Pediatria Italiana invita a:

  • favorire giochi all’aria aperta quando possibile
  • proporre una serie di attività tra cui scegliere una volta iniziata la scuola.

Allora siete pronti per una bella biciclettata, una passeggiata al parco o una corsetta nei boschi?

Non siate pigri e date il buon esempio, anche nello sport!

 

 

 

 

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta