Alice nella città: il cinema a dimensione dei ragazzi

Alice nella città: l’appuntamento con il cinema dedicato agli adolescenti per riflettere su tematiche importanti.

alice nella città

Si chiama Alice nella città ed è il grande evento cinematografico di Roma che si terrà presso l’Auditorium Parco della Musica dall’8 al 17 novembre e che ha al centro le nuove generazioni.

Alice nella città torna ad affiancare il Festival del cinema di Roma per proseguire il percorso di promozione, divulgazione e sostegno del cinema.

La sigla di Alice nella città è stata creata da Gabriele Salvatores e ha al centro della storia Michele, un supereroe di 13 anni con il dono dell’invisibilità intorno al quale ruota questa storia sull’adolescenza. Un tema, quello dell’adolescenza, molto caro ad Alice nella Città che ogni anno offre uno sguardo sempre nuovo su un cinema che dialoga con le giovani generazioni e le famiglie.

Il concorso offre la possibilità di affrontare tematiche importanti come immigrazione, omosessualità ma soprattutto il legame padre-figlio che è il tema centrale del film di Vittorio Moroni “Se chiudo gli occhi non sono più qui”.

Tra i film in programma c’è anche ‘Belle et Sebastien’ che, in onore alla storia sull’amicizia tra un bambino e un grande cane dei Pirenei, avrà un red carpet con protagonisti proprio i cani.

Per la X edizione, Alice nella città propone una competizione di 12 opere in prima internazionale o europea, selezionate tra le opere più originali rivolte ad un pubblico attento alle tematiche delle nuove generazioni.

Tra i film in concorso, troviamo gli italiani:

  • Se chiudo gli occhi non sono più qui di Vittorio Moroni con Giorgio Colangeli, Giuseppe Fiorello, Mark Manaloto
  • Il Sud è niente di Fabio Mollo con Vinicio Marchioni, Miriam Karlkvist, Valentina Lodovini

Significativa la presenza dei film francesi:

  • Juliette di Pierre Godeau con Astrid Bergès-Frisbey, la meravigliosa sirena di Pirati dei Caraibi
  • En Solitaire di Christophe Offenstein con François Cluzet e Samy Seghir
  • Run, boy, run, coproduzione franco-tedesca di Pepe Danquart, già premio Oscar per il miglior cortometraggio con “Schwarzfahrer”

Tra gli altri film in concorso ci sono anche:

  • lo svizzero Sitting Next to Zoe di Ivana Lalović
  • il colombianoChasing Fireflies di Roberto Flores Prieto
  • il canadeseUvanga delle registe Marie Helene Cousineau e Madeline Piujuq Ivalu

Alice nella Città aprirà l’8 novembre con una grande festa per le scuole proiettando in anteprima “Planes”, il nuovo film d’animazione 3D della Disney.

Durante il weekend ci saranno proiezioni dedicate ai più piccoli:

  • My Mommy is in America and she met Buffalo Bill”, diretto da Marc Boreal e Thibaut Chatel tratto dal libro illustrato di Jean Regnaud con le tavole realizzate da Emile Bravo
  • Belle & Sebastien di Nicolas Vanier
  • Futbolin il nuovo film d’animazione in 3D di Juan José Campanella

Tra le novità di quest’anno c’è Sperimenta ossia un ciclo di narrazioni affidate a quegli autori che più di tutti hanno saputo raccontare il mondo degli adolescenti e dei giovani.

Inoltre sarà presenta anche la Libreria del Cinema di Roma sia come punto di ristoro sia come spazio-incontri dedicato al cinema italiano.

Infine, partner di Alice nella città sarà anche il portale Mymovies che creerà una sala cinematografica virtuale (sulla piattaforma web) con capienza predefinita, dove verranno mostrati i film del Concorso.

Alice nella città, però, non si esaurirà a novembre perché è un festival permanente che coinvolge il pubblico per 365 giorni all’anno.

Il costo del biglietto per tutti gli eventi rivolti al pubblico scolastico di Alice nella Città sarà di 5 euro.

E allora non perdete altro tempo: prendete i vostri bambini e andate tutti al cinema! 😉

Nel frattempo ecco la sigla, ricavata da una scena del nuovo film di Gabriele Salvatores “Il ragazzo invisibile“, che uscirà in Italia nel 2014.

 

 



 

 

 

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta