Allattamento al seno: se il flusso è scarso può dipendere dal diabete gestazionale?

Una nuova ricerca ha scoperto che i fattori che causano il diabete possono essere responsabili anche della scarsa quantità di latte.

mamma allatta

 

Care Unimamme, sarete contente di sapere che la scienza continua a indagare sul perché alcune donne hanno problemi di allattamento al seno.

Ora, i ricercatori del Cincinnati Children Medical Hospital Center hanno scoperto che i problemi di salute che causano il diabete possono essere responsabili anche della scarsa quantità di latte.

Allattamento e diabete: ecco una ricerca che spiega la relazione

Lo studio è stato condotto prendendo come campione 561 donne che avevano problemi di allattamento al seno. Dall’analisi dei dati è emerso che le donne che avevano una fornitura di latte bassa avevano anche il 2,5% di probabilità in più di aver sperimentato il diabete gestazionale durante la gravidanza rispetto a quelle che si erano recate presso la clinica perché avevano problemi di allattamento.

Laurie Nommsen-Rivers, autrice dello studio e ricercatrice presso il Cincinnati Children’s Perinatal Institute sostiene che il diabete è una delle conseguenze dell‘obesità molto diffusa nella nostra cultura.

Allattamento e diabete: un secondo studio

Un ulteriore studio cui ha partecipato Laurie Nommsen-Rivers, ha dimostrato che la situazione metabolica delle donne, dopo il parto ha delle conseguenze sulla produzione di latte, anche se queste non hanno avuto il diabete gestazionale.

L’indice di massa corporea però rimane uno dei predittori della scarsità di latte.

Secondo la scienziata per avere una produzione di latte abbondante bisogno allattare:

  1. di frequente
  2. in modo scrupoloso fin dalla nascita

10 suggerimenti per i reparti di maternità

Per questo motivo la professoressa Laurie Nommsen-Rivers ha 10 consigli da elargire ai reparti di maternità degli ospedali:

  1. avere una politica comune scritta sull’allattamento al seno da distribuire a tutti gli operatori
  2. formare il personale sanitario per mettere in atto questa politica
  3. informare le donne circa i benefici dell’allattamento al seno
  4. aiutare le donne a iniziare l’allattamento entro un’ora dal parto
  5. mostrare alle madri come allattare e come mantenere l’allattamento anche se vengono allontanate dai bambini
  6. non dare ai bambini cibi e bevande diversi dal latte materno a meno che non venga indicato dai medici
  7. permettere ai bambini di stare insieme alle mamme per 24 ore
  8. incoraggiare l’allattamento al seno a richiesta
  9. non dare ciucci o tettarelle ai neonati
  10. favorire la creazione di gruppi di sostegno all’allattamento al seno.

E voi unimamme cosa ne pensate di questi studi?

L’elenco dei consigli della dottoressa non contiene grandi novità, ma sicuramente non è applicato in tutti gli ospedali… A voi come è andata?

 

 

(Fonte: Cincinnati Business Courier)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta