L’angolo del baby libro: Una canzone da orsi

Un libro-gioco in cui, attraverso il viaggio di un padre alla ricerca del proprio piccolo, potremo perderci in un mondo fantastico e meraviglioso ricco di spunti per creare e immaginare.

una canzone per orsiLa paura di non trovare più accanto a sé il proprio piccolo, è un’ombra scura che aleggia su ogni genitore. Soprattutto quando i bambini arrivano a quell’età in cui vogliono esplorare e scoprire il mondo che li circonda. E allora cosa fare? Sia quando si perde di vista un figlio troppo curioso e spericolato ma anche anche per soddisfare in parte questa loro enorme curiosità. Una canzone da orsi cerca di soddisfare entrambe queste richieste. Perché mentre racconta della ricerca spericolata di papà orso del suo piccolo orsetto, allo stesso tempo apre un mondo di fronte agli occhi dei più piccoli.

È inverno e papà orso e il suo orsetto sono nella loro caverna per vivere il periodo del letargo nel più classico dei modi: dormendo. L’attenzione dell’orsetto, però, a un certo punto viene catturata da un’ape che gli svolazza di fronte al muso, quasi a volerlo invitare a seguirla. L’orsetto, quindi decide di uscire dalla caverna e darsi da fare per catturare quella piccola ape. Papà orso, però, avverte che qualcosa manca affianco a lui. Apre gli occhi e scopre che il suo piccolo non c’è più. Senza indugiare, allora, si precipita fuori dalla grotta e inizia la ricerca del piccolo e curioso orsetto, un viaggio che lo porterà a correre attraverso quiete del bosco fino al caos della città, per arrivare addirittura alla sontuosità del teatro dell’Opera. Tra personaggi strani e situazioni complicate, papà orso riuscirà alla fine a ritrovare il suo piccolo orsetto curioso e spericolato.

Una canzone da orsi è un libro creato da Benjamin Chaud, pubblicato da Franco Cosimo Panini, adatto ai bambini dai 3 anni in sù.

Già dalle prime pagine ci rendiamo conto che è un libro molto differente da quelli che siamo soliti leggere per e con i nostri bambini. Ogni pagina, infatti è totalmente invasa da illustrazioni complesse e articolate, ricche di particolari, personaggi e oggetti differenti. In questo enorme calderone di disegni, la storia diviene un piccolo particolare relegato in fondo alla pagina, quasi secondaria rispetto al resto della pagina. La narrazione, infatti, non è fondamentale per godere di Una canzone da orsi, un libro particolare e fantasioso. L’obiettivo dell’autore, infatti, è quello di inserire tante storie e situazioni differenti all’interno del filone narrativo principale. Ogni illustrazione, infatti, nonostante l’abbondanza di particolari, non risulta mai essere confusionaria o disordinata. In ogni disegno è semplice individuare ogni singolo elemento, permettendoci di scoprire storie nuove e parallele. Il tratto particolare dell’autore, infine, rende tutto magicamente unico, aprendo le porte a un regno di fantasia vasto e sempre differente.

Perché con Una canzone da orsi, non possiamo limitarci semplicemente a leggere la storia. Dobbiamo relazionarci a questo libro come se fossimo di fronte a un gioco. Con i nostri bambini potremo divertirci a individuare personaggi sempre differenti, creando per ognuno di loro storie diverse e originali. In questo libro, quindi, i bambini saranno spinti ad aguzzare la vista, cercare e alla fine trovare il piccolo orsetto e la sua ape nascosti in ogni illustrazione; oppure lasciarsi tentare dolcemente nelle false piste, perdersi tra le figure proposte, osservare i dettagli, saltellare tra le tante storie parallele disseminate. In entrambi i casi, sarà un gioco divertente e costruttivo. Perché queste descritte sono tutte attività importanti che aiutano a sviluppare i sensi e ad esercitare la fantasia, proponendo un uso alternativo delle immagini, più creativo e attivo rispetto a quello che ci viene proposto quotidianamente dalla televisione.

Una canzone da orsi diventa così un libro che non è solo un libro, un gioco che non pone limiti alle regole, da fare da soli o in compagnia di mamma e papà, creando sfide sempre nuove per aguzzare vista e fantasia. Far esplorare un piccolo mondo ai nostri curiosi figli così bisognosi di scoperte.

L’esperienza e l’immaginazione dei bambini sono importantissimi per la loro formazione. Oltre a questo, potrebbe stupirvi cosa possono fare i piccoli quando decidono di immaginare. Guardate ad esempio cosa riescono a fare i bambini alle prese con un parco giochi.

Sicuramente, però, anche gli adulti si perderanno inevitabilmente dentro la bellezza delle illustrazioni di Una canzone da orsi.

E voi unigenitori, dove andate ad esplorare con i vostri figli?

Firma: Andrea Mondati

Notizie Correlate

Commenta