Baby Pit Stop: allatta in tuo bimbo dove vuoi!

I Baby Pit stop danno alle mamme l’opportunità di allattare in tranquillità anche al di fuori delle mura domestiche

L’allattamento al seno è una pratica molto importante per la salute della mamma e del bambino, e poiché ogni bambino manifesta differenti necessità, per la mamma è impossibile prevedere quando sarà il momento di una poppata, per questo motivo anche in Italia arrivano finalmente i Baby Pit Stop!

Certo, detta così, la prima cosa che viene in mente è la Formula Uno, quando le macchine si fermano per qualche secondo a cambiare le ruote o a verificare dettagli tecnici rapidissimamente, per poi ripartire e tornare a sfrecciare sull’asfalto, quindi, che cosa ha a che fare con il tuo bebè?

E’ molto semplice,  Baby Pit Stop è un progetto Unicef  rivolto alle mamme e ai bambini e consiste nella creazione di:

  • una zona, all’ interno di esercizi commerciali, ospedali, luoghi pubblici in cui le mamme e i bambini possono essere accolti e protetti, e dove  le mamme possono cogliere l’occasione per allattare in tutta tranquillità;
  • un luogo in cui si promuove la cultura dell’allattamento come qualcosa di sereno, intimo ma integrato tra le attività da potersi svolgere anche al di fuori delle mura della propria casa, perchè allattare in pubblico è un diritto sia della mamma ( che può muoversi senza impedimenti) che del bimbo ( del quale, come abbiamo detto, grazie ai Baby Pit Stop, si rispettano i tempi e i desideri);
  • un contesto in cui non vengono pubblicizzati prodotti sostitutivi del latte materno come pappe o latte artificiale, né vengono esortate le mamme ad acquistare merci di alcun genere tramite opuscoli o pubblicità,  impedendo pressioni di natura economica che poco hanno a che vedere con l’allattamento o la cura del bimbo;
  • un luogo in cui, oltre ad allattare, è possibile anche cambiare il pannolino al proprio bambino.

Nel nostro Paese sono sempre di più le città e gli spazi che si aprono al progetto Baby Pit Stop, quindi, non resta che fermarsi e allattare!

Firma: Gioia Salvatori

Notizie Correlate

Commenta