Bambina annega e il cuore non batte per 12 minuti ma avviene il miracolo (FOTO)

Una bambina di 3 anni durante una festa cade in piscina. La madre riesce a salvarla e la bambina stupisce i medici.

bimba in rianimazioneLa storia della piccola Alise Nipper è una di quelle che ci lasciano a bocca aperta.

Un giorno, la piccola stava partecipando a una festa in piscina quando si è slacciata il giubbino di salvataggio ed è scomparsa dalla vista della mamma. La mamma ha subito cercato la figlia, preoccupata“ho fatto un controllo in piscina e non ho visto niente. Ne ho fatto un altro e ho visto il suo piede galleggiare sotto un gommone”.

Bambina cade in piscina: il cuore non batte per 12 minuti

“Sono saltata attraverso la piscina gridando di chiamare il 911. Stavo pregando mentre la afferravo e lei cominciava a tossire come se fosse appena caduta. Ma quando l’ho tirata fuori era senza vita. Il suo volto era blu”.

bambinaLa signora Nipper e una sua amica, un’infermiera, hanno praticato la rianimazione cardio polmonare per 12 minuti, finché la bambina non ha ricominciato a respirare e il suo cuore a battere.

Poi la bambina è stata trasportata in ospedale ma i medici pensavano che il cervello avesse subito danni per la mancanza di ossigeno.

La famiglia di Alise temeva il peggio, dopo 6 giorni la bimba è migliorata e dopo 2 settimane è tornata a casa.

bambina nuotaA dispetto di quanto accaduto Alise è tornata in piscina 2 mesi dopo, perfettamente guarita.

“Il suo cervello ce l’ha fatta, i suoi polmoni si sono ripresi e ha ripreso a funzionare al massimo livello consentito per una bambina di 3 anni” ha riferito uno dei suoi medici “è veramente sorprendente che il suo cervello abbia superato tutto questo. Preghiera, fortuna e intervento divino sono state i fattori chiave“.

La signora Nipper e suo marito Craig hanno pregato per la salvezza della loro bimba. Ora la mamma di Alise vuole incoraggiare le persone a prendere la certificazione per la rianimazione cardio polmonare che ha salvato sua figlia.

Unimamme, per fortuna la storia di Alise è finita bene. Sicuramente questo dovrebbe spingerci a iscrivere i nostri bambini a corsi di nuoto che, come vi mostra questo video, anche i più piccoli possono frequentare.

I vostri bambini sanno già nuotare? Li iscriverete a un corso? E voi unimamme sapete praticare la rianimazione cardio polmonare?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta