Una bambina di 13 mesi mangia come gli uomini primitivi e come la mamma

La Dieta degli Antenati, un regime alimentare molto particolare, è giusto farlo seguire a una bambina di pochi mesi? La scelta di una giovane mamma divide nutrizionisti e dietologi.

paleo dieta 2

La “Dieta degli antenati” o “Paleo dieta” è un regime alimentare basato sulle presunte abitudini degli uomini primitivi prima dello sviluppo dell’agricoltura. Essa prevede il consumo di alimenti  che possono essere cacciati, pescati o raccolti, senza essere raffinati. Niente grano, latticini, zucchero raffinato o sale.

A seguirla Shan Cooper, una giovane mamma che su Instagram  è molto attiva con l’account My Food Religion. Shan ha una bimba di 13 mesi, Grace, che segue anche lei questo tipo di dieta, suscitando – com’era prevedibile – diverse polemiche, visto che la bimba è in piena età dello sviluppo e non è giusto privarla di alimenti di cui l’organismo ha bisogno. Tra l’altro a detta di esperti e nutrizionisti tra diverse diete, questa è una delle piu’ povere.

Dieta degli antenati: cosa si mangia 

Shan imperterrita ribatte: “Grace non si ammala mai, ha una salute di ferro” e ovviamente il merito è secondo lei della dieta degli antenati. Siete curiosi di sapere che cosa mangia la bambina durante il giorno?  Eccovi servite:

  • allattata al seno due volte al giorno dalla madre
  • a colazione uova fritte nell’olio di cocco e verdure (patate dolci, carote, broccoli) e un quarto di avocado con crauti
  • per pranzo pollo biologico con verdure
  • come merenda frutta
  • per cena spaghetti alla bolognese con manzo e pomodoro bio e noodle di zucchini al posto della pasta.

 


Niente dolci, inutile dirlo. In occasione però del primo anno di vita è stata preparata una pannacotta alle fragole  con crema di cocco, questo per non utilizzare farina o zucchero.

In realtà Shan non è una fanatica senza competenze: è laureata in Scienze Alimentari e segue la paleo dieta da cinque anni, e ha scritto pure un libro sull’argomento.

Al Daily Mail Australia ha raccontato: “Non sono preoccupata al pensiero che mia figlia mangi cose zuccherose o farinose, ad esempio alle feste di compleanno dei suoi amichetti, se dovesse mangiare un toast mica mi farei prendere dal panico!“. Libertà di scelta quindi. Vediamo se alle parole seguiranno i fatti.

E voi unimamme cosa ne pensate di questo regime ricco di proteine animali e povera di carboidrati e latticini? Vi sembra adatta ai una bambina di pochi mesi?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta