Bambina con la sindrome di Down abbandonata alla nascita ha trovato famiglia

Ecco come è andata a finire la storia di Eleonora, la piccola di quattro mesi, lasciata al Policlinico di Bari perché nata con la Sindrome di Down.

neonata abbandonata con sindrome di Down

Care unimamme, vi parliamo oggi di una storia con un lieto fine.

Una bambina con la sindrome di Down è stata abbandonata in ospedale alla nascita.

Evidentemente per la mamma biologica di Eleonora (nome di fantasia) il fatto che sua figlia avesse un cromosoma in più era un motivo più che sufficiente per non tenerla. Per carità, nessuno può giudicare nessuno, anche perché non sappiamo la storia di questa donna. Magari si sarà sentita sola, senza punti di riferimento, chi lo può sapere. Il fatto è che una bambina è nata, ed è subito rimasta orfana.

Bambina con la sindrome di Down abbandonata: adesso ci sono una mamma e un papà

La bambina è stata per 4 mesi al  reparto di Neonatologia del Policlinico di Bari, dove è stata portata appunto appena nata dalla mamma che ha deciso di non tenerla con sé.

Passato il tempo che per legge stabilisce che i genitori biologici possono ripensarci, da qualche giorno Eleonora ha finalmente trovato una nuova casa, un nuovo papà e una nuova mamma.

La sua è stata un’attesa non di pancia, ma di cuore“,  ha spiegato a Repubblica una persona vicina alla coppia che ha adottato Eleonora.

La bimba era stata comunque accolta al Policlinico in maniera molto affettuosa, tanto da aver fatto scattare una gara di solidarietà sul gruppo di FacebookCome nasce una mamma‘, che ha permesso alla bimba di ricevere  pannolini, vestiti e giocattoli attraverso l’associazione ‘Seconda mamma‘.

Sicuramente una bellissima storia a lieto fine: la sindrome di Down certo non è da sottovalutare, ma non è una condanna.

Ci sono persone che vivono benissimo, anche molto a lungo, che hanno una vita felice e serena lavorando e sposandosi. Speriamo che anche per Eleonora sia così.

E voi Unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta