Un bimbo malato “condannato” a non camminare ha aiutato altri bimbi come lui

Un bambino di 9 anni con una malattia rara porta a casa una vittoria per tutti i bambini come lui grazie a una petizione.

Si chiama Michael Young, vive a Falkirk in Scozia , e ha 9 anni. E’ affetto dalla sindrome di Duchenne, una forma di distrofia muscolare che porterà attorno ai 12 anni alla perdita dell’uso delle gambe e alla capacità di camminare.

Un bambino compie una grande impresa

Recentemente un nuovo farmaco, il Translarna, sta ottenendo risultati molto positivi su diversi pazienti, ritardando il processo degenerativo. Peccato però che costi molto e che in molti Paesi, come la Scozia, non sia distribuito dal Servizio Sanitario.

Michael è riuscito ad avere il farmaco grazie ad un progetto pilota e si è sentito subito meglio. Ma alla fine della sperimentazione rischiava di non poterne più usufruire. 

Ha quindi scoperto che la medicina è disponibile gratuitamente in Galles e Inghilterra, ma non in Scozia, e per questo gli è sembrata una ingiustizia inaccettabile. Così ha deciso di fare qualcosa.

Grazie alla piattaforma Change.org ha lanciato una petizione che nel giro di pochi giorni ha ricevuto oltre 100mila firme.

Il primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, ha inizialmente accettato ad incontrare Michael per discuterne e quando le firme sono diventate 150mila, ha deciso di inserire il farmaco tra quelli gratuiti.

In questo modo tutti i piccoli pazienti affetti dalla sindrome di Duchenne in Scozia, grazie a Davide,  potranno permettersi di curarsi.

In un video diffuso in questi giorni il protagonista di questa battaglia si dichiara molto fiero: “Senza la medicina probabilmente ora non potrei più camminare e ringrazio Change.org che mi ha aiutato in questa campagna”.

Una favola di Natale e un bambino assolutamente determinato e altruista che ha portato con il suo coraggio molta speranza a tanti altri bimbi e alle loro famiglie.

E voi unimamme, che ne pensate del gesto di questo bambino? Lui da solo ha cambiato la vita di tanti altri bambini e questo è bellissimo!

Noi vi lasciamo con gli errori da evitare con i farmaci.

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta