Una bambina nasce “in mare” e il suo nome è un tributo ai soccorritori! (FOTO)

Mamma partorisce durante la traversata del Canale di Sicilia, la bimba nasce su una nave della Marina militare e il nome che le è stato dato è davvero speciale.

marinaMentre  aumenta l’allarme immigrazione nei centri di accoglienza siciliani, una storia di vita e speranza arriva proprio da una delle navi soccorse la scorsa notte nel Canale di Sicilia.  Una bimba nasce su una nave della Marina militare durante i soccorsi ai migranti nel canale di Sicilia.

Nata durante i soccorsi: è stata chiamata Francesca Marina 

 

E’ nata sulla nave “Bettica” della Marina militare impegnata nei soccorsi ai migranti nel canale di Sicilia e pesa poco più di tre chili.

Si chiamerà Francesca Marina. La mamma nigeriana  appena salita sulla nave ha iniziato ad avere le contrazioni e dopo un travaglio di otto ore ha partorito la bimba. Abbiamo costruito una piccola culletta e l’abbiamo messa vicina alla mamma, stremata dal travaglio”. – ha raccontato all’Adnkronos il Capitano di Fregata Vincenzo Pascale.

La donna è stata soccorsa dalla Marina militare la scorsa notte insieme ad altri 600 migranti. Adesso si trova insieme alla bimba a Pozzallo mentre la nave “Bettica” che le ha tratte in salvo sta proseguendo la sua navigazione verso Salerno.

Senegal, Ciad, Sudan, Bangladesh, Togo, Ghana, Eritrea, Mali e Nigeria sono questi i paesi da cui provengono le centinaia di immigrati tratti in salvo.

E sulla nascita della bambina il comandante ha aggiunto: “È una bellissima bambina che ha emozionato tutti”

Per festeggiare  e condividere l’evento, la Marina ha diffuso via Twitter una foto della neonata mentre dorme serena dopo aver affrontato la sua prima importante sfida per la vita.

La situazione in Sicilia continua ad aggravarsi, il numero degli sbarchi è aumentato anche per via delle favorevoli condizioni meteorologiche. Intanto oggi anziché piangere per le gravità che avvengono nel Canale di Sicilia si gioisce per la vita di una piccola bambina, il suo futuro è al momento  ancora ricco di incognite ma  lei e la madre hanno concluso la loro odissea sane e salve.

 

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta