Botti di Capodanno con i bambini: i consigli degli esperti

Poche e semplici regole per scongiurare incidenti durante la notte di Capodanno ed intervenire in caso di ustioni.

botti di capodanno


Botti di Capodanno: come ogni anno è tradizione festeggiare l’arrivo dei nuovi 365 giorni con petardi e giochi pirotecnici. Un bel gioco di luci e colori, che però devono essere praticati con sicurezza. Il bollettino il 1 gennaio è infatti sempre pieno di incidenti causati dalla mancanza di attenzione verso le più elementari norme. E’ proprio durante le festività che si misura un aumento dei disagi provocati all’uso sconsiderato di giochi pirotecnici considerati illegali. Facciamo quindi attenzione soprattutto ai più piccoli, che sempre più spesso possono essere vittime di giochi pericolosi che possono lasciare loro segni permanenti.

Botti di Capodanno: cosa fare con i bimbi più piccoli

Per ovviare al problema degli incidenti la Polizia di Stato si è recata recentemente alla Casa dei Giochi dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma e qui ha spiegato attraverso gli artificieri e cinofili della Polizia di Stato, professionisti sanitari dell’ospedale, con dimostrazioni pratiche, come intervenire in caso di incidente causato dai fuochi.

Lo scorso hanno infatti i giochi pirotecnici hanno causato 350 feriti, anche se fortunatamente non c’è stata alcuna vittima. Di questi89 erano minori (43 al di sotto dei 12 anni). Le città piu’ colpite sono state:

  • Napoli è stata la provincia con più feriti (50)
  • seguita da Bari (26)
  • e da Roma (23).

Cosa bisogna fare per evitare incidenti?

  • i giochi pirotecnici, anche quelli apparentemente più innocui, come le stelline, i petardi e le miccette, sono pericolosi, e devono essere innescati solo in presenza di un adulto
  • mai nasconderli negli zaini
  • mai raccoglierli da terra (potrebbero essere inesplosi),
  • abbandonarli a terra se la miccia non brucia
  • avvertire la maestra se a scuola ci si accorge che un compagno sta maneggiando un fuoco,
  • allontanarsi e ripararsi in un luogo sicuro quando un amico accende un botto.

I bambini che ogni anno vanno al pronto soccorso con lesioni di vario genere sono circa 300. Si tratta soprattutto di ustioni e secondariamente di danni agli occhi o agli arti con conseguenti amputazioni.

Cosa fare in caso di incidente?

  • rimuovere i vestiti intorno alla bruciatura senza strapparli
  • raffreddare la pelle con acqua corrente del rubinetto per almeno 20 minuti
  • coprire l’ustione con un panno pulito e asciutto senza utilizzare creme e senza rompere le bolle.
  • somministrare un analgesico in caso di dolore,
  • accompagnare il bambino al Pronto Soccorso di zona.

E voi Unimamme pensate di far festeggiare i vostri bimbi questa sera?

 

 

(Fonte: Ospedale Bambino Gesù)

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta