Carrozzina o marsupio?

Se “essere o non essere” ti è sempre sembrato un dilemma impegnativo, non hai ancora iniziato a pensare al primo mezzo di locomozione del tuo bambino!

In tempo di crisi della politica la questione “marsupio o carrozzina” è un utile argomento di di conversazione. Utile perché colma il vuoto che si crea nelle chiacchiere tra amici. Amici e non.

Carrozzina, marsupio&Co
Mentre ci pensavo mi veniva in mente il video satirico che ha raccontato gli elettori tipici delle primarie del PD.
Dove gli elettori della carrozzina voterebbero Renzi, quelli di Bersani sceglierebbero il marsupio e i più oltranzisti Vendola e quindi la fascia!
Provate e mi saprete dire! A parte i giochi di immaginazione, la questione non è da poco. Si tratta di portare il nostro bambino all’aria aperta vicino a noi ma in sicurezza. Prendo subito posizione: da quando la mia bimba ha due mesi va nel marsupio…
Ma non ho potuto votare alle primarie!

Papà e marsupi
Oggi, date le sostanziali modifiche di peso, con il marsupio esce solo con il suo papà e ne sono entrambi molto, molto contenti.
Il marsupio ci ha permesso di camminare insieme al riparo da macchine in doppia fila e marciapiedi inagibili, e di non dover fare l’ennesimo slalom tra gli escrementi di cani. Animali toccati in sorte a padroni incivili. Molte città non sono a misura di bambino. Non lo sono nei rumori, negli odori e lo sono ancor meno negli ostacoli.
Qualsiasi mamma, o papà, che porta la carrozzina sa di cosa sto parlando.
Ci sono persone gentili. Minoranza non protetta, purtroppo…
Ma la regola è che si parcheggia dove si può, si porta il cane dove si vuole e se siamo fortunati, e molto, ci si scusa in tutta fretta.
Ma oltre il motivo pratico c’è anche un motivo affettivo nella nostra scelta.
Per nostra intendo mia e del papà, ovviamente. Perché portare addosso nostra figlia, ci fa, e la fa, felici. È felice già da quando vede il suo scintillante rosso marsupio.
Non tutti i bambini stanno volentieri nel marsupio. Nel nostro caso però, la bimba bionda_occhiceruli si addormentava facilmente appesa addosso. E oggi, dall’alto, le piace guardare incuriosita il mondo intorno.
Altro fattore affettivo importante per me: nel marsupio ha l’occasione di avere un contatto con il suo papà. Non è così facile entrare in relazione con un bambino così piccolo, anche se è il tuo, anche se sei il papà.
Il marsupio permette a loro di starsi vicini fisicamente e a me di godermi la loro vista, nonché una passeggiata più tranquilla.
Ora che la mia bimba pesa quasi nove chili, uso la carrozzina e va benissimo. Però si sa il primo amore…Ah dimenticavo ci sono anche le fasce! Ma io c’ho provato, (eccome!) ma non so usarle, le trovo poco stabili per me che sono un’ imbranata cronica.
Il marsupio mi sembra una giusta via di mezzo. E quando peserà ancor di più?
Ci stiamo già informando sugli zaini porta bimbo…Sempre per le possenti spalle di papà. E poi? Che ne dite di un bel sidecar?

Firma: Claudia Lauricella

Notizie Correlate

Commenta