Alla Casina di Raffaello dove il libro si trasforma in gioco!

Libri e immaginazione, una mostra dedicata a grandi e bambini presso la Casina di Raffaello a Roma fino al 14 aprile. Per scoprire insieme la magia della lettura.

Abbiamo già affrontato sul sito la questione di come avvicinare i nostri bambini alla lettura. Di sicuro l’iniziativa: “Un libro, un gioco” a Roma fino al 14 aprile 2013,  presso la Casina di Raffaello, è uno splendido modo per condividere insieme ore fatte di libri e magia.

Bambino con cappello da mago

Per chi vive a Roma è un’occasione in più  per ricordarsi i lati positivi di abitare in una città che offre non solo caos e marciapiedi invivibili, ma anche colori commoventi al tramonto (in qualunque stagione!) e  luoghi come Villa Borghese e la Casina di Raffaello.

Per chi di Roma non è questa iniziativa offre un motivo in più per passeggiare lungo le strade della Città  Eterna alla vigilia di una nuova primavera.

Nella Casina di Raffaello, dal 2006, è stata allestita una Ludoteca dedicata a tutti i bambini dai 3 ai 10 anni. E così questo prezioso edificio del ‘500 è diventato un posto dove bambini e genitori possono imparare e giocare insieme. Ricordo personalmente quando, ancora non mamma, andai ad una Mostra proprio alla Casina di Raffaello intitolata : “Di che colore è il vento?” e di essere andata via felice per la mostra e per il fatto che un posto così esistesse a Roma.
La Mostra attualmente in corso propone ai bambini un percorso divertente e ricco di immaginazione, per avvicinarsi all’oggetto libro, in modo scanzonato e creativo.
In questa mostra troverete:

  • Libri tattili, libri-puzzle, i libri con i dettagli da scoprire, fino ai libri che si trasformano in veri e propri giochi, e ancora i libri le cui storie sono da reinventare o che invitano i lettori a compiere azioni quali tagliare, colorare, incollare, scrivere, disegnare.”
  • autori classici per i bambini come Bruno Munari, ma anche  artisti contemporanei  e internazionali come Guido Scarabottolo, Enzo Mari, Katsumi Komagata.

E allora cari genitori mettetevi in gioco e non scordatevi di guardare la faccia dei vostri bambini durante la visita: quella forse è la vera magia che stavate cercando.

Per saperne di più, visita il sito della Casina di Raffaello.

Firma: Claudia Lauricella

Notizie Correlate

Commenta