Le cause dell’infertilità maschile

Le cause più frequenti di infertilità maschile e l’importanza della prevenzione.

Dopo aver analizzato le cause dell’infertilità femminile in un post dedicato,  parliamo adesso di quella maschilein passato molto sottovalutata.

Con il progredire della scienza si è scoperto che il fattore di infertilità maschile è, almeno in parte, responsabile di circa il 50% delle coppie infertili.

Analizziamo adesso le cause più comuni:

  1. Il varicocele, una dilatazione delle vene del testicolo, è considerata la causa più frequente dell’infertilità maschile (tra il 24 ed il 39%). È una dilatazione normalmente genetica, ma può essere accentuata anche dal calore ambientale , ad esempio dopo un esercizio come lo sport o un rapporto sessuale. Il varicocele è spesso asintomatico, ma se non è trattato chirurgicamente entro i 30 anni di età del paziente, ha effetti negativi sulla riproduzione. Quando la chirurgia non è più in grado di risolvere questo problema, si ricorre a varie tecniche di fecondazione assistita. Si consiglia quindi di sottoporsi a regolari ecografie e spermiogrammi (esami del liquido seminale), per scongiurare il rischio di infertilità da varicocele.
  2. Le infezioni, invece,sono spesso a trasmissione sessuale e possono coinvolgere la prostata, anche in maniera asintomatica, compromettendo la fertilità. Esistono cure farmacologiche, a cui occorre sottoporsi prima che l’infezione degeneri. Un’infezione particolare, invece, è data dal virus della parotite (orecchioni), patologia che, se contratta dall’uomo in età adulta, rischia di degenerare in orchite, che sopprime la produzione dello sperma in maniera temporanea o permanente. La parotite, quindi, deve essere trattata tempestivamente con antibiotici.
  3. L’azoospermia, assenza di vitalità negli spermatozoi, può essere causata dal virus della parotite, ma anche da anomalie cromosomiche. In quest’ultimo caso, si ricorre alla biologia molecolare per individuarne le cause.

Come accennato, alcune cause di infertilità sono genetiche,  altre invece possono essere curabili con terapie mirate, in centri specializzati nella fecondazione assistita.

Di fondamentale importanza resta comunque la prevenzione: seguire semplici accorgimenti evita di incorrere in situazioni spiacevoli, come le infezioni a trasmissione sessuale.

Negli uomini, occorre sempre tenere sotto controllo il varicocele, che deve essere diagnosticato dopo la pubertà, dato che dopo i 30 anni di età può causare danni irreversibili ai testicoli.

Come regole generali, è consigliabile evitare il fumo di sigaretta e, per quanto possibile, l’esposizione prolungata all’inquinamento atmosferico e alle radiazioni ionizzanti, altra causa importante di infertilità.

Infine , occorre cercare di limitare stress e fatica,  principali responsabili del calo del desiderio sessuale, per intraprendere con la propria partner un percorso che durerà per tutta la vita: diventare genitori.

Firma: Redazione Universo Mamma

Notizie Correlate

Commenta