Celiachia: e se fosse tutta colpa degli antinfiammatori?

Alcune ricerche sostengono che gli antifiammatori contenenti ibuprofene possono contribuire allo sviluppo della celiachia.

farmaci antinfiammatori

Spesso, ai primi sintomi di raffreddore o fastidio, corriamo a imbottirci di farmaci, ignorando quali potrebbero essere i loro effetti negativi.

A questo proposito una ricerca suggerisce che l’ibuprofene contenuto in numerosi farmaci possa essere correlato allo sviluppo della celiachia.

Il National Institutes of Health sostiene questa teoria, ovvero che:

  • i farmaci anti infiammatori non steroidei come l’ibuprofene possono causare infiammazione intestinale e permeabilità dell’intestino.

Si tratta di un problema piuttosto serio dal momento che tutto ciò consente a sostanze tossiche di introdursi nel flusso sanguigno.

Quando questo accade si può verificare:

  • una risposta autoimmune che ci impedisce l’assorbimento e digestione delle sostanze nutritive,
  • nelle persone che hanno una predisposizione alla celiachia questo può portare a reazioni avverse al glutine.

Le persone che soffrono di questo disturbo non possono:

  • mangiare cibi che contengono glutine (che si trova nella pasta, nel pane, in alcune salse, nei dolci…)

Alcuni sintomi della celiachia, di cui abbiamo già parlato, sono:

  • diarrea
  • flatulenza
  • dolore addominale
  • perdita di peso

Il Dottor Alessio Fasano, direttore del Center  Celiac Research presso il Massachusetts General Hospital dichiara: “per quanto ne sappiamo uno degli effetti degli effetti degli antinfiammatori è costituito dalla loro influenza sulla permeabilità intestinale”.

Un altro studio, pubblicato sul Medicine and Science in Sport and Exercise, rileva che:

  • gli antinfiammatori possono causare danni intestinali se presi dopo aver fatto esercizio
  • l’intestino quindi diminuisce la propria capacità di assorbire elementi nutritivi.

La celiachia non è curabile e non può essere presa alla leggera, infatti se trascurata rischia di causare:

  • anemia
  • osteoporosi
  • cancro intestinale.

Che altro aggiungere? A volte i prodotti che dovrebbero curarci rischiano di nuocerci più del dovuto.

E voi unimamme fate uso frequente di farmaci? Leggete sempre le istruzioni sugli effetti collaterali? Parliamone!

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta