Com’è andata oggi a scuola? 15 modi per “spezzare il ghiaccio”

Quante volte vorremmo che i nostri figli ci raccontassero della scuola, di ciò che hanno fatto, imparato, mangiato, ma non sempre le risposte arrivano… Una mamma blogger ha escogitato dei trucchetti, e alcuni sembrano funzionare bene!

mamma-e-figlio-che-parlanoMamme che spesso vi dannate per sapere come hanno trascorso la giornata a scuola i vostri bambini, potreste magari necessitare di qualche suggerimento al riguardo.

Come imparare a parlare coi figli

 

Dopotutto la risposta classica che solitamente forniscono i bambini è che a scuola è andato tutto bene e non ci sono novità.

Quindi le mamme sono costrette a improvvisarsi piccole investigatrici per capire cosa succede dietro le mura scolastiche. La soluzione però, care mamme, è un’altra. Ovvero cambiare tipo di domanda.

Ecco quindi una selezione di domande di Simple Simon and Company con cui suscitare la curiosità e la fantasia dei bambini che sapranno, in alcuni casi, darvi risposte davvero sorprendenti:

  • Qual è la cosa migliore che ti è successa oggi? E la cosa peggiore?
  • Raccontami qualcosa che ti ha fatto ridere oggi
  • Vicino a chi ti vorresti sedere e a chi non vorresti?
  • Come hai aiutato qualcuno oggi?
  • Raccontami come qualcuno ti ha aiutato oggi.
  • Raccontami qualcosa che hai imparato.
  • Quando ti sei sentito più felice?
  • Quando ti sei annoiato?
  • Raccontami cosa hai preferito mangiare a pranzo.
  • Se arrivasse una navicella aliena per portar via qualcuno, chi vorresti che fosse?
  • Quale parola ha pronunciato più spesso la tua insegnante?
  • Qual è la persona più simpatica della tua classe e perché?
  • Se domani fossi tu l’insegnante, cosa faresti?
  • Con chi faresti cambio di posto e perché?
  • C’è qualcuno in classe che ha bisogno di una pausa?

La blogger che ha ideato questo aiutino tiene a sottolineare che la 9, la 10 e la 11 sono state molto utili, in modo particolare quella sull’alieno che offre loro di prendere le distanze da un argomento che può turbarli.

Care unimamme, questo naturalmente non deve diventare un interrogatorio per mettere alle strette i vostri piccoli e farvi raccontare tutto, si tratta semplicemente di uno spunto un po’ diverso per aprire una breccia. L’importante, come consigliano gli esperti ai genitori, è di tenere aperto un dialogo con i nostri figli.

Cosa ne pensate? Userete qualcuna di queste domande o osservazioni dopo la scuola dei vostri bambini?

Raccontateci come è andate se volete.

Noi vi invitiamo a leggere i consigli riguardanti il ritorno a scuola.

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta