Come gestire lo stress del rientro? Alcuni consigli utili

Un italiano su 10 patisce il rientro alla normalità. E i bambini? Ecco come abituarli ai nuovi ritmi ed evitare lo stress da rientro a scuola.

stress-rientroLe vacanze per molti di noi sono finite. Chi ha avuto il modo di trascorrere del tempo fuori con i propri piccoli è riuscito a vivere con loro delle giornate diverse che sicuramente hanno giovato a tutti noi o almeno ce lo auguriamo!

Ma come far sì che queste preziose energie accumulate non vadano sprecate? E come abituarci al tran tran giornaliero?

Stressa da rientro a scuola: alcuni consigli

Nei primi giorni a casa molti avvertono delle sensazioni quali:

  • forte ansia generalizzata,
  • difficoltà a rientrare nei soliti ritmi,
  • insofferenza.

Se per noi adulti l’ISTAT parla di una percentuale di 1 su 10, non facciamo fatica a pensare cosa può causare ai più piccoli questo nuovo cambiamento.

Come aiutarci e aiutarli al meglio? Ecco alcune parole chiave che possono rivelarsi preziose:

  • gradualità,
  • movimento,
  • gioco.

Come ricorda Maria Ajello, docente di Psicologia dell’Educazione all’Università di Roma la Sapienza sul sito Merendineitaliane “Per tutti i genitori alle prese con il rientro a lavoro è fondamentale la gradualità, è importante non strafare, non imporsi da subito programmi troppo serrati e soprattutto non perdere la giocosità tipica del tempo libero. Anche per i bambini è un momento molto delicato: per loro il periodo di pausa rispetto agli adulti è molto più lungo, un tempo sufficiente per prendere nuove abitudini e rendere più stressante il ritorno tra i banchi di scuola. Per questo motivo anche per i più piccoli è fondamentale la gradualità, prima di riprendere tutte le loro attività.”

Quali comportamenti preferire? Ecco semplici accortezze che possiamo mettere in pratica da subito:

  •  dialogare con i nostri bambini e spiegare loro che questi nuovi ritmi riguardano tutti, piccoli e grandi;
  •  non eccedere con la rigidità ma essere fermi nel ribadire le nuove regole;
  • cercare di trascorrere con i piccoli più tempo al rientro dal lavoro, per far sì che anche il tempo insieme si contragga pian piano;
  • mantenere delle buone abitudini acquisite in vacanza: meno tv e pc e più tempo trascorso all’aria aperta;
  • rivedere i piccoli amici della scuola così da condividere i cambiamenti.

Tutto chiaro unimamme? Allora mettiamoci all’opera! Ma con gradualità.

Firma: Claudia Lauricella

Notizie Correlate

Commenta