Cosa succede ai bambini quando i genitori litigano

Cosa succede ai bambini quando i genitori litigano? Una serie di studi insegna come affrontare i conflitti e a renderli positivi.

Spesso quando due genitori litigano non si accorgono che le liti possono influenzare i loro figli: non è vero infatti che se sono piccoli possono non comprendere.  E’ importante che i genitori possono imparare a gestire i conflitti, in modo che non siano solo distruttivi, ma anche invece aiutino ad essere sani. Ecco cosa dice la scienza.

Genitori che litigano: le conseguenze sui bambini 

E. Mark Cummings, psicologo presso l’Università di Notre Dame, insieme ai suoi colleghi, ha pubblicato centinaia di studi sull’argomento: i bambini prestano molta attenzione alle emozioni dei genitori per costruirsi una base sicura; se invece ci sono troppi conflitti, le conseguenze si pagheranno per il resto della vita.

Chiariamoci: le liti in famiglia sono inevitabili, ma c’è modo e modo di affrontarle: “Il conflitto è una parte normale dell’esperienza quotidiana, quindi non è importante se i genitori litigano. La cosa importante è come risolvono il conflitto e soprattutto come li vivono i bambini”. Prosegue Cumminngs:  Guardare alcuni tipi di conflitti può anche essere positivo per i bambini, quando  vedono i loro genitori risolvere i problemi difficili e questo li fa crescere meglio”.

Il conflitto può essere distruttivo quando:

  • ci sono aggressioni verbali, come insulti o minacce di abbandono;
  • aggressione fisica come colpi e spintoni
  • tattiche silenziose come l’evasione, uscire, tenere il broncio o desistere senza trovare una soluzione: può sembrare infatti una tecnica per far finire il litigio, ma non è appunto una via d’uscita corretta  

I bambini quando vedono litigare i genitori potrebbero:

  • reagire con rabbia verso l’esterno, diventando aggressivi
  • potrebbero sviluppare problemi di comportamento a casa o a scuola
  • sviluppare disturbi del sonno
  • problemi di salute come mal di testa e mal di stomacoo possono ammalarsi di frequente
  • lo stress può interferire con la capacità di prestare attenzione e di apprendimento  

Alcuni studi hanno dimostrato che i bambini già a 6 mesi registrano l’angoscia dei genitori e altri che hanno seguito i bimbi per un lungo periodo hanno dimostrato che quelli insicuri alla scuola materna a causa dei conflitti con i genitori  avevano più probabilità di avere problemi di adattamento alle medie. Il disagio si porta dietro anche in adolescenza.

Alcuni tipi di conflitti non sono inquietanti per i bambini  e possono beneficiarne”  dice Cummings. Quando  per esempio il conflitto è moderato e coinvolge il supporto e le emozioni positive, i bambini possono:

  • sviluppare migliori abilità sociali e la stima di sé
  • godere di una maggiore sicurezza emotiva
  • sviluppare migliori rapporti con i genitori
  • fare meglio a scuola e hanno meno problemi psicologici.

Anche se i genitori non risolvono completamente il problema, ma trovano una soluzione parziale, ai bambini farà bene.

I suggerimenti per risolvere i conflitti:

  1. Usare l’empatia: mettersi nei panni dell’altra persona 
  2. Date al vostro partner il beneficio del dubbio.
  3. Ricordate che siete nella stessa squadra. Affrontare le questioni cercando di capire come affrontare le situazioni, piuttosto che cominciare a mettersi su fronti opposti. 
  4. Le critiche costruttive funziona solo quando il vostro partner può fare qualcosa per quello che è successo. Incolpare non risolverà tutto ciò che è già accaduto.
  5. Tutto ciò che deve essere detto si può dire con gentilezza. Disapprovazione, delusione, esasperazione, tutto può essere gestito meglio con gentilezza.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta