In tempo di crisi non rinunciamo al mare con i piccoli

L’importanza di riuscire anche con poco dispendio economico a godere di una giornata di mare e divertimento con tutta la famiglia. Un’occasione per riscoprire luoghi ed emozioni ormai dimenticate.

estate al mare

Cara unimamma, d’estate, anche se rimaniamo nelle grandi città e non abbiamo la possibilità di andare in vacanza, una bella passeggiata in centro per un gelato, o una passeggiata al mare, se è nelle vicinanze, è l’ideale.

Alcune volte, un po’ per stanchezza o per pigrizia, un po’ perché non vogliamo affrontare un piccolo spostamento in macchina, decidiamo di rimanere in casa.

Per le mamme della capitale il mare offre un sacco di divertimenti per i nostri bambini sia di giorno che di sera.

Di giorno:

  • per le famiglie che in tempo di crisi non possono permettersi di pagare l’ingresso nei stabilimenti, le spiagge libere sono, nella maggior parte dei casi, attrezzate con i bagni, i lettini, gli ombrelloni, bar, e giochi per bimbi;
  • sempre in queste spiagge  possiamo portarci direttamente  i nostri lettini e/o ombrelloni ed usufruire dei servizi di ristorazione e sanitari.

Ricordiamoci che il mare è importante per i nostri figli, per la loro salute, soprattutto dopo un inverno uggioso e freddo come quello di quest’anno, un po’ di sole e di iodio fanno bene!

La sera poi:

  • un bel gelato sul lungomare ed una bella passeggiata sarebbero il top per i nostri piccoli, che potrebbero anche scorrazzare in bicicletta;
  • quasi tutte le località balneari predispongono delle isole pedonali con attrazioni e piccoli spettacoli, basta informarsi per tempo;
  • noi genitori potremmo goderci un po’ di relax e stuzzicare il nostro palato con i cartocci di pesce e di verdure fritte, che le piccole friggitorie (nuova attrazione della capitale) sorte sul lungomare, o anche i chioschetti, vendono.

Vista così, la crisi ci potrebbe far riscoprire delle località o delle attività che precedentemente avevamo dimenticato. Possiamo tornare a godere delle piccole cose, con le quali magari siamo cresciuti nell’infanzia, e che poi crescendo abbiamo scordato…

Ritorneranno nelle nostre auto gli ombrelloni ed i lettini…e con loro il divertimento dei nostri bambini, quello sicuramente non è mai in crisi. 😉

Firma: Carlotta Guglielman

Notizie Correlate

Commenta