Depressione, con l’agopuntura si può migliorare

Una ricerca inglese ha trovato nell’agopuntura un ottimo strumento per combattere la depressione.

119820887

Chi soffre di depressione è ammalato due volte. La prima perché sta male, la seconda perché deve fingere di stare bene altrimenti chi lo circonda dice che essere tristi non è una malattia.

Secondo la ricerca del medici dell’ University of York, pubblicata su Plos Medicine, sono 350 milioni nel mondo le persone che si ammalano. Qualcun riesce a guarire, qualcun altro non ce la fa e si toglie la vita.

Credetemi, conosco molto bene il senso di angoscia dello svegliarsi la mattina e non avere voglia di fare nulla, solo di stare a letto tutto il giorno. Non avere il minimo interesse per il mondo esterno, per sé stessi, persino per lavarsi o per mangiare. Nel mio caso è stata una fase dovuta al post gravidanza e per fortuna è passata presto, ma ci sono molti casi in cui la depressione si intrufola subdolamente dentro di te e non se ne va, a meno di non accettare aiuto.

Perché ci si ammala di depressione? Le motivazioni possono essere molteplici:

  • un lutto,
  • un grosso cambiamento,
  • una fase della vita…

certo è che in questo la malattia è molto democratica: ne vengono coinvolti anche i personaggi famosi che di certo non hanno i problemi pratici della quotidianità.

Comunque, una volta accettato il grosso scoglio di farsi curare, bisogna trovare la formula giusta.

Generalmente si fa ricorso alla psicoterapia e ai farmaci, ma come dice la ricerca citata in quest’articolo, molte persone vogliono provare una soluzione alternativa ai farmaci e allo psicologo: è emerso che l‘agopuntura può essere un valido aiuto contro la malattia, riducendone i sintomi.

Lo studio ha preso in considerazione  755 pazienti con la depressione che sono stati curati con

  • farmaci + cura agopuntura (302),
  • farmaci + supporto psicologico(302)
  • solo farmaci (151).

Dopo tre mesi sono stati somministrati dei questionari a 614 pazienti e dopo un anno i pazienti erano 572.

Comparando i risultati con la medicina tradizionale, 1 paziente su 3 ha visto ridursi dopo tre mesi la depressione, grazie a

  • agopuntura (un ciclo di 10 sessioni);
  • aiuto psicologico (un ciclo di 9 sessioni.

I farmaci da soli sono risultati meno efficaci, ma non sono comunque sostituibili.

In altre parole, per combattere la depressione i farmaci da soli non bastano e si possono applicare degli interventi di supporto che potranno essere di grande aiuto.

Perché non provare? 😉

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta