Di che colore avrà gli occhi vostro figlio? Questione di genetica, ma non solo (VIDEO)

Una guida per scoprire quale colore avranno gli occhi dei vostri figli e qualche informazione sull’eterocromia.

occhi bambini

I genitori si interrogano spesso su quale colore avranno gli occhi del loro piccolo, ma prima della nascita non si può mai essere certi.

Secondo la scienza si tratta di un mix di materiale genetico che può mescolarsi in diversi modi lasciando però un alone di mistero. Appena nati gli occhi dei vostri piccoli non hanno ancora un colore definito, soprattutto se sembrano molto chiari.

Un ruolo è giocato anche dalla melanina, ma cerchiamo di fare chiarezza!

Il colore degli occhi dei bambini: da cosa viene determinato?

Cause genetiche

Il colore degli occhi dei piccoli è determinato in parte dalla genetica:

  • se voi e il vostro compagno avete gli occhi azzurri c’è la possibilità che anche vostro figlio li abbia
  • i bambini che hanno nonni con gli occhi azzurri hanno più probabilità di averli a loro volta
  • i bambini i cui genitori hanno gli occhi azzurri o marroni hanno il 50% di possibilità di averli così a loro volta
  • i piccoli che nascono con il colore degli occhi diverso potrebbero essere affetti da una malattia genetica rara (malattia di Waardenburg)

 

Il ruolo della melanina

La melanina è pigmento che dà colore ai nostri capelli e alla nostra pelle, ma ha anche un ruolo importante nel determinare il colore degli occhi. La produzione di melanina nell’iride comincia quando la luce dell’ospedale colpisce gli occhi del neonato. Minore la produzione di melanina e più chiaro sarà il colore degli occhi del bimbo. Quindi poca melanina e gli occhi di vostro figlio potrebbero essere azzurri, verdi o nocciola. Troppa invece lo porterà ad avere occhi marroni o neri.

Il colore degli occhi dei bambini: come e quando cambia?

Solitamente il colore degli occhi dei neonati cambia tra i 6 e i 9 mesi. Da quel momento l’iride dovrebbe aver immagazzinato abbastanza melanina. Comunque piccoli cambiamenti si avranno fino ai 3 anni. In generale il colore tenderà a scurirsi oppure a passare dal marrone al verde nocciola.

Il colore è diverso da occhio a occhio: perché?

2 possibili casi:

  • eterocromia iridium: quando il piccolo ha occhi di colore diverso
  • eterocromia iridis: il bimbo ha un iris multicolore

Nel casi sopra citati la causa può essere un’alterazione del gene che porta ad una eccessiva alterazione della pigmentazioni.

Un caso a parte è, come già accennato, la Sindrome di Waardenburg: mutazione del gene che porta a cambiamenti nella pigmentazione dei capelli, dell’iris e della pelle. Spesso è associata anche a sordità.

Come intervenire in tali casi?

  • l’eterocromia, senza altri sintomi, non è dannosa per il bambino. Se però è accompagnata da gonfiori o infiammazioni meglio indagare e far controllare il piccolo
  • incapacità di vedere bene: ci sono circostanze in cui il piccolo potrebbe non riuscire a vedere bene a causa dell’eterocromia. In tal caso, il medico potrebbe fargli indossare delle lenti a contatto.

Care unimamme, ricordandovi che l’eterocromia non comporta in realtà nessun pericolo per la salute dei vostri figli, speriamo che queste informazioni vi aiutino a indovinare il colore degli occhi dei vostri piccoli. E non dimenticatevi i controlli alla vista.

Segue un video interessante: buona visione!

 

(Fonte: Kidscenter.org)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta