Dopo un parto cesareo il contatto pelle a pelle è fondamentale!

Contatto pelle a pelle tra mamma e bambino: secondo le ultime ricerche è importantissimo per le mamme che hanno subìto un cesareo, anche per avviare al meglio l’allattamento.

Contatto pelle a pelle

Il contatto tra una madre e il suo bambino appena partorito è una della cose più importanti e belle che ci siano. Oltre ad essere una cosa bella e romantica è anche un precetto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’International Children’s emergency Fund delle Nazioni Unite. Il contatto pelle a pelle tra mamma e bimbo deve avvenire:

  1. immediatamente per i parti naturali
  2. il prima possibile per quelli con il cesareo.

Contatto pelle a pelle dopo il cesareo: ecco perché è importantissimo!

E’ risaputo che il contatto a pelle tra madre e figlio porti diversi vantaggi, come si legge su Wiley Online Library:

  • aiuta la termoregolazione del neonato
  • il livello di glucosio nel sangue
  • diminuisce il rischio di itterizia
  • riduce lo stress del post parto.

Una ricerca pubblicata da alcuni studiosi dell’Università di Sidney si concentra in particolare sui parti cesarei e prova a far emergere quanto sia fondamentale proprio e soprattutto in un parto di questo tipo che il contatto pelle a pelle tra madre e neonato avvenga il prima possibile.

Com’è noto il parto cesareo ostacola l’arrivo immediato della montata lattea ed posticipa dunque l’inizio dell’allattamento al seno incrementando contestualmente le probabilità di ricorso all’uso di implementazioni di latte artificiale.
E proprio a proposito dell’allattamento la ricerca ha dimostrato che un contatto a pelle immediato o il prima possibile dopo un parto cesareo può aumentare le probabilità di iniziare subito l’allattamento. Statisticamente è stato provato che il tempo necessario per la prima poppata diminuisce significativamente e che tutto ciò permette inoltre una maggiore serenità delle mamme, una maggiore soddisfazione che riduce oltretutto lo stresso per il neonato stesso.

Tra le altre cose secondo i ricercatori questo contatto immediato tra madre e bimbo andrebbe cercato già sala operatoria e per fare questo bisognerebbe però educare a questa pratica le future mamme e i futuri papà, ma soprattutto gli operatori del settore come ostetriche e infermiere.
La ricerca fornisce prove scientifiche che mettendo in atto questa pratica per chi ha dato alla luce un figlio con il parto cesareo si ottengono:

  • un maggior benessere emozionale sia per la donna che per il neonato
  • un miglioramento nella “comunicazione” tra genitori e bimbo,
  • una riduzione del dolore e dell’ansia nella neomamma
  •  una diminuzione dei rischi di un’eventuale sua instabilità psicologica, oltre ai già citati vantaggi legati all’allattamento naturale.

La ricerca si conclude quindi con l’auspicio che le strutture sanitarie recepiscano l’importanza del contatto immediato tra madre e figlio e che facciano di tutto per agevolarlo eliminando ogni ostacolo strutturale, procedurale o psicologico a questa pratica.

E voi unimamme? Dopo quanto tempo vi hanno attaccato al seno il vostro piccolo?

Noi vi lasciamo con un elenco approfondito dei vantaggi derivati dal contatto pelle a pelle.

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta