Una nonna ha ideato una linea di vestiti per non sentirsi “diversi” (FOTO)

Nonna avvia una linea di moda per persone con la sindrome di Down, “Down design”, ed è subito un successo!

karen e maggie

Si chiama Downs Designs ed è proprio quello che sembra: una linea di vestiti concepita per persone con la sindrome di Down. 

A concepirla è stata una nonna, molto portata per l’imprenditoria, che resasi conto delle difficoltà che aveva sua nipote Maggie a trovare vestiti che le calzassero bene, ha deciso di dare il via a questa azienda nuova ed intelligente.

“Down Design”: i vestiti per non sentirsi diversi

Ha 65 anni Karen Bowersox, che dichiara contenta ad Huffington Post: Non posso credere di star facendo la differenza, e tutto con un paio di jeans!’. 

La donna infatti osserva come le persone con la sindrome di Down quando ‘sono forzate ad indossare i capi dei negozi normali’ si sentano diverse. Tutto quello che si vede è la sindrome di Down…’ ‘… quando indossano i nostri jeans e sentono che calzano bene e che ci stanno comode, hanno invece più fiducia in loro stesse. Non vedi più la sindrome di Down.’

L’idea è nata quando si è presentato per la nipote Maggie il problema di trovare dei jeans che non le stessero troppo lunghi; improvvisamente ispirata, l’intraprendente Karen ha deciso di trovare uno stilista che la aiutasse a realizzare la sua idea, che si è poi palesata nella persona di Jillian Jankovsky.

modelli di jeans per persone down

Ad oggi, la compagnia offre una scelta di 18 stili di jeans per

  • uomo,
  • donna,
  • teenager
  • e bambino;

questi pantaloni particolari sono dotati di elastico e privi di bottoni o zip che potrebbero mettere in difficoltà chi li indossa. La casa produce inoltre anche magliette a maniche corte e lunghe.

La detentrice dell’idea è al settimo cielo per il successo della sua azienda e per essere riuscita a migliorare la vita di queste persone così speciali.

Pur avendo 65 anni, non ha nessuna intenzione di andare in pensione e infatti dichiara:Io non vado a lavoro, vado ad amare. Ogni secondo è gioia pura.’

Una bellissima storia, non trovate unimamme?

Firma: Paola Giglio

Notizie Correlate

Commenta