E’ giusto che una mamma incinta al 9° mese faccia pesi?

Una donna incinta solleva pesi e scatena un vespaio di polemiche.

donna incinta al 9°mese solleva pesi

Durante la gravidanza è sempre bene mantenersi in forma, oltretutto un po’ di esercizio fisico può ridurre la durata del parto ed evitare complicazioni.

Senza esagerare sono diverse le attività che si possono praticare, ad esempio lo yoga può essere una pratica rilassante da effettuare senza problemi.

In questa cornice hanno destato scalpore le immagini di una mamma californiana che, a due settimane dal parto, è stata “beccata” a fare sollevamento pesi.

Le immagini di Lea-Anne Ellison, comparse sulla pagina Facebook di un’azienda di fitness, hanno suscitato un vespaio di polemiche da parte di altre madri che giudicano il suo comportamento quantomeno avventato.

Spero che altre donne incinte non seguano il suo esempio” scrive qualcuna.

E ancora “queste immagini trasmettono il messaggio sbagliato, inducendo a credere che vada bene comportarsi così quando non lo è!

Infine c’è anche chi le dà qualche avvertimento “se dovesse accadere qualcosa al tuo bambino a causa della tua stupidità spero che tu ne accetti le conseguenze“.

Lee-Ann Ellison però, a tutti quelli che la criticano, e non sono pochi secondo il numero di condivisioni su Facebook,  ribatte che la gravidanza non è una malattia.

Dal coro si leva anche qualche voce a favore della pesista.  Una donna ad esempio scrive: “molti studi hanno dimostrato che si possono continuare gli allenamenti in sicurezza, inclusi quelli di fitness“.

La Ellison non pensava che le sue immagini avrebbero scatenato commenti così accesi, lei però si sente fiera e orgogliosa delle proprie capacità.

Secondo il Congresso americano di ostetrici e ginecologi 30 minuti di esercizio al giorno sono raccomandati per le gestanti, a meno di avere precedenti complicazioni.

Quello di Ellison non è però il primo caso: in passato Amber Miller, che partecipò alla maratona di Chicago incinta di 38 settimane e poi diede alla luce la sua bambina un’ora dopo aver tagliato il traguardo, affrontò la stessa selva di critiche.

E voi che ne pensate? Si può scegliere liberamente se continuare a svolgere un’attività fisica, a seconda delle proprie capacità, o no?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta