Eiaculazione precoce: un disturbo che si risolve in coppia

Se affrontato in due questo disturbo risulta risolvibile ed ha meno ripercussioni sulla vita di coppia

eiaculazione precoce

ì

Quando la passione brucia, le sensazioni si intensificano, sopraggiungo i brividi, l’eccitazione si fa incalzante..frenarsi è difficile, soprattutto per gli uomini. Molto spesso l’incendio amoroso si rivela un “fuoco di paglia” e la causa è una: l’eiaculazione precoce.

Eiaculazione precoce: cosa accade

Le principali ripercussioni dell’eiaculazione precoce sono:

  • riduzione significativa dei livelli di funzionalità sessuale
  • riduzione significativa dei livelli di soddisfazione durante il rapporto sessuale
  • riduzione significativa della qualità di vita in genere
  • aumento del livello di disagio e stress
  • aumento del livello di difficoltà interpersonale.

Molto diffuso al giorno d’oggi (le stime parlano di 1 uomo su 5), questo disturbo è fonte di profonda frustrazione, rabbia, insicurezza e comporta inevitabilmente problemi di coppia.

Una vita sessuale appagante è alla base di ogni relazione e proprio per questo motivo è necessario, nel caso in cui si presenti un disturbo, parlarne apertamente e cercare una soluzione.

Solo il 9% degli uomini trova il coraggio di consultare un medico ed il 52.2% di loro afferma di non aver mai neppure considerato questa opzione. Molto spesso, spinti dalla paura di non riuscire ad appagare la partner, gli uomini colpiti da eiaculazione precoce preferiscono rivolgere le proprie attenzioni altrove, finendo per tradire la propria compagna.

La soluzione ad una situazione come questa risiede nel dialogo: un momento di unione che solidifica il rapporto e ne consolida l’intimità. Mettersi a nudo davanti al partner non consiste solo nel togliersi i vestiti, ma nel mostrarci per come siamo veramente, insicurezze e paure comprese.

Il disagio colpisce gli uomini sia fisicamente che psicologicamente, ma attualmente esistono terapie efficaci che portano alla totale risoluzione del problema.

Per spingere gli uomini a chiedere aiuto e le partner a sostenere e far forza al proprio compagno, BenessereCoppia ha creato una campagna di sensibilizzazione, e sul sito sono disponibili online un Urologo e un Ginecologo per rispondere alle domande. Sempre sul sito poi è possibile trovare l’elenco dei centri specialistici piu’ vicini.

Tre video creativi e simpatici mettono in evidenza il problema e ci insegnano che, affrontandolo in due e con il sorriso, il disturbo è molto meno grave di quel che si pensi. Date un’occhiata unimamme, e poi fateci sapere cosa ne pensate.

Noi vi lasciamo con una ricerca su come diventare papà faccia calare il testosterone.



Firma: Benedetta Morbelli

Notizie Correlate

Commenta