Progetto Erasmus: un’esperienza di formazione e di vita

Il Progetto Erasmus permette ai ragazzi di fare un’esperienza di formazione all’estero, imparando una nuova lingua e sperimentando la vita fuori casa.

Durante il percorso universitario, una delle esperienze più significative che si possano fare e che si rivelano utili e formative, anche dopo il conseguimento della laurea, è il “Progetto Erasmus”.

Questo progetto nasce nel 1987 con la finalità di offrire agli studenti la possibilità di spostarsi, durante gli anni di università, e di trasferirsi all’estero, per un periodo che può variare dai tre mesi prolungabili fino a dodici, il tutto continuando a procedere con il proprio percorso di studi, e avendo la possibilità di dare esami nella sede dell’università ospitante.

Gli studenti che fanno domanda per partecipare al progetto Erasmus, e superano la selezione, potranno usufruire di:

  • una borsa di studio, che viene erogata mese per mese come contributo economico fornito dalla Comunità Europea a sostegno dello studente;
  • la possibilità inclusa nella borsa di frequentare un corso di lingua per imparare a comunicare nel paese ospitante;
  • la possibilità di praticare un’attività sportiva presso i centri sportivi universitari delle università in cui si viene accolti.

Il Progetto Erasmus dà ai ragazzi la possibilità di fare un’esperienza all’estero, in cui sono portati ad entrare a contatto con un’altra cultura, altre regole… in più devono imparare a cavarsela da soli!

E non è poco:

  • trovare una casa in cui stare,
  • familiarizzare con gente nuova,
  • imparare a comunicare in una lingua diversa, dovendola usare anche in ambito accademico per sostenere gli esami previsti dal curriculum di studio.

La maggior parte degli studenti che partecipa ad un Progetto Erasmus lo ricorda come una delle esperienze più formative, divertenti e arricchenti di tutta la vita, un’occasione imperdibile per affacciarsi al mondo degli adulti ancora con la leggerezza di quando si è studenti, insomma….ai vostri figli non resta che prendere informazioni e partire!

Firma: Gioia Salvatori

Notizie Correlate

Commenta