Facebook dice sì alle immagini delle donne che allattano al seno

Facebook apre all’allattamento seno, ora le donne potranno condividere le loro immagini coi figli senza temere censure.

Care Unimamme, torniamo a parlare di allattamento al seno e di campagne di sensibilizzazione.

Siamo liete di annunciarvi che finalmente Facebook ha cambiato la sua politica circa la pubblicazione delle immagini di donne che allattano al seno.

Fino a questo momento infatti, precisamente fino a metà maggio, sul social network di Mark Zuckerberg compariva la scritta:

“le immagini che mostrano un seno completamente esposto quando il bimbo non è attivamente impegnato nell’allattamento, violano le regole di Facebook”.

Ora però la situazione è completamente cambiata per le mamme che allattano.

Il social network di Zuckerberg ora non presenta alcuna restrizione e anzi ha pubblicato il seguente comunicato circa l’allattamento al seno:

Siamo d’accordo che l’allattamento al seno è naturale e bellissimo e siamo felici di sapere che per le mamme è importante condividere la loro esperienza con gli altri su Facebook. La maggior parte di queste immagini sono conformi alle nostre regole”.

Come intuirete si tratta di un decisivo passo avanti nella sensibilizzazione circa l’allattamento al seno ora possibile anche su uno dei social network più conosciuti e usati.

Oltretutto su Facebook potevano essere condivise immagini di inimmaginabili violenze, senza che venissero censurate, mentre l’allattamento al seno rimaneva un tabù.

In ultimo conta molta anche la rassicurazione sul fatto che le donne possono sentirsi sicure a mostrare le loro foto mentre allattano, ciò vuol dire normalizzare questa procedura e quindi far sì che meno donne vengano importunate o addirittura molestate se lo fanno in pubblico.

Di recente, a favore dell’allattamento al seno era scesa in campo anche la modella russa Natalia Vodianova postando su Instagram un’immagine di se stessa nuda con il figlio Maxim.

Si spera quindi che questa apertura di Facebook nei confronti delle mamme e dei loro bimbi possa contribuire a migliorare la situazione delle donne che allattano.

Che dite unimamme, siete felici di questa cosa?

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta