Fertilità maschile e cannabis: quali i rischi connessi allo stile di vita?

Il piu’ grande studio sulla “influenza degli stili di vita” sulla fertilità dimostra che questa può essere minata dall’uso di cannabis, ma non solo. Diversi infatti i risultati utili.

Abbiamo più volte trattato il tema della fertilità maschile. Di come le caratteristiche fisiche dell’uomo, tra cui le misure del pene e la distanza anogenitale sono importanti, ma anche di come alcuni cibi possono migliorarla.

Oggi vi riportiamo di alcuni importanti dati tratti dal più grande studio del mondo su come i fattori di stile di vita comuni influenzano le dimensioni e la forma degli spermatozoi.

Lo studio, pubblicato sulla rivista medica Human Reproduction, ha reclutato:

  • 2.249 uomini;
  • pazienti di 14 cliniche per la fertilità in tutta la Gran Bretagna.

E si è servita della:

  • compilazione di questionari dettagliati sulla loro storia medica e il loro stile di vita;
  • dati affidabili sulla morfologia degli spermatozoi disponibili su 1970 uomini di questi uomini.

Ma perchè la forma e la dimensione dello sperma è importante per la fertilità maschile?

Precedenti ricerche hanno suggerito che:

  • solo spermatozoi con buona morfologia sono in grado di passare nel corpo della donna, ne consegue che nelle fasi successive all’eiaculazione solo questi riescono a farsi strada per l’uovo ed a fecondarlo.
  • studi in laboratorio hanno anche suggerito che gli spermatozoi con scarsa morfologia sono meno in grado di nuotare, e questo perché la loro forma anomala li rende meno efficienti.

Il gruppo di ricerca delle Università di Sheffield e Manchester, titolare della ricercaha scoperto ad esempio che, la dimensione dello sperma e la sua forma:

  1. peggiora nei mesi estivi,
  2. migliora negli uomini che si astengono dall’attività sessuale per più di sei giorni.

I risultati hanno inoltre dimostrato che le alterazioni della qualità e della morfologia dello sperma si sono verificate in maniera evidente in uomini di meno di 30 anni che hanno fatto un regolare consumo di marijuana nei tre mesi precedenti il test.

Nessun legame, invece, tra rischio di infertilità e :

  • peso corporeo;
  • qualità degli indumenti intimi indossati;
  • fumo e alcol.

Comunque, sebbene lo studio non ha trovato alcuna associazione tra morfologia e altri fattori di stile di vita comune, come per l’appunto il fumo di sigaretta o il consumo di alcol, rimane possibile che questi ultimi possano correlare i loro effetti con altri aspetti circa la buona salute degli spermatozoi, come la qualità del DNA contenuto nella testa dello spermatozoo.

Il dottor Allan Pacey, andrologo presso l’Università di Sheffield, ha detto:

La nostra conoscenza dei fattori che influenzano le dimensioni e la forma degli spermatozoi è molto limitata, ma di fronte ad una diagnosi di scarsa morfologia degli spermatozoi, molti uomini sono ovviamente preoccupati per cercare di individuare gli eventuali fattori nel loro stile di vita che potrebbero causare questo.

E ‘quindi rassicurante scoprire che ci sono molti pochi rischi associabili allo stile di vita, anche se i nostri dati suggeriscono che i consumatori di cannabis potrebbero essere invitati a smettere di usare questa sostanza se hanno in programma di provare a mettere su famiglia.

Questo studio, fa seguito alla precedente ricerca del team e che ha dimostrato che gli uomini che hanno lavorato con organici solventi, avevano più probabilità di eiaculare numeri più bassi di sperma.

Ci fa inoltre piacere ricordare il fatto che, con quasi 25.000 dei più brillanti studenti provenienti da circa 120 paesi, ed imparando insieme a oltre 1.200 tra i migliori studiosi da tutto il mondo, l’Università di Sheffield è una delle principali università del mondo.

Sheffield ha infatti cinque vincitori del Premio Nobel tra gli ex collaboratori, e gli studenti di questa università forniscono da moltissimo tempo contributi significativi nei loro campi scelti.

Allora universomamme, cosa pensate circa l’influenza dello stile di vita degli uomini sulla capacità di concepimento? Diteci la vostra, e riferiteci cosa pensa anche il vostro uomo!

 

 

 

 

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta