“Le parole hanno un peso”: lo sfogo di una mamma con figli dello stesso sesso

Tree Davis è una mamma di 4 figlie di diversa età che ha dichiarato pubblicamente di essere stanca di un atteggiamento comune, soprattutto perché ha conseguenze sulle sue figlie.

Ogni volta che la vedono assieme alla sua famiglia si sente chiedere “Quattro ragazze?! Wow, devi essere molto impegnata. Povero papà, è seriamente in minoranza. Avete provato ad avere un maschio?“. Stufa di queste affermazioni, ha dato la sua versione una volta per tutte.

“Basta dire povero papà!”: mamma di 4 figlie lancia un messaggio 

Mi sento fortunata ad avere tutte ragazze” risponde onestamente Tree, si legge sull’Huffingtonpost, mentre stringe i denti, sperando che la sua interlocutrice non noti la sua espressione facciale meno amichevole. “Davvero? Vedrete quando saranno adolescenti!” e poi “Povero papà!”.

Mamma?” – le ha chiesto recentemente la sua bambina di 7 anni – Perché le persone spesso dicono “povero papà” e chiedono se avete provato ad avere un maschio? Papà è triste che nessuno di noi è un maschietto?”

Tree dice di sentirsi molto triste perché anche la sorella ha posto la stessa domanda un anno prima.  “Assolutamente, il tuo papà ama avere tutte le sue ragazze. Io amo avere tutte le mie ragazze“.

“Beh, credo che un sacco di gente non pensa che sia una buona cosa” ha risposto la bambina. Effettivamente si trattava del terzo incontro della giornata di questo tipo: “questo è il nocciolo del problema. Dovunque andiamo la gente si sente in dovere di commentare. Per tutte le migliaia di commenti che abbiamo ricevuto, posso contare su una mano il numero di volte in cui sono state effettivamente di congratulazioni quando si tratta di avere figli tutti dello stesso sesso”.

Tree – che ha una sorella che invece ha 4 figli tutti maschi – sa che le persone non stanno cercando di essere scortesi o offensive. “Ma le parole hanno un peso. E per un bambino piccolo osservare attentamente i volti pieni di simpatia e finto orrore, seguiti da parole di cordoglio, il peso di quelle parole può essere schiacciante“.

Più che altro, dice Tree, avere tutti figli dello stesso sesso le toglie la possibilità del confronto con altri punti di vista come quello maschile: “Non significa che non sono grata per le mie bambine. Le ho volute tutte. Ho pregato per loro, ogni singola gravidanza”.

“Penso che molte famiglie, con figli dello stesso stesso, sarebbero d’accordo nel dire che sarebbero più felici senza i costanti commenti degli sconosciuti che fanno battute o commenti sprezzanti. Indipendentemente dal fatto che se ne rendano conto o no, i bambini sono in ascolto e possono rimanerci male“.

Insomma, la maggior parte delle volte sarebbe meglio tenersi il commento per sé.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post di una mamma che scrive “quello che avrei voluto sapere sulle figlie femmine”. 

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta