Cosa significa essere donna e cercare l’anima gemella on-line?

La storia dell’uomo che si è finto donna su un sito di incontri online capendo quanto sia difficile essere donna nell’epoca degli incontri virtuali

donna sul divano davanti al pc

Il suo nome è OKCThrowaway22221, e non voleva prendersi gioco  degli  internauti alla ricerca dell’anima gemella , ma semplicemente fare un esperimento, quando ha deciso di fingersi donna e creare un falso profilo su un sito di incontri online. Badate bene, non un sito a sfondo dichiaratamente sessuale, ma una piattaforma per persone che cercano l’anima gemella, quindi l’amore, non una notte di sesso fine a sè stesso.

L’uomo voleva capire cosa succede ad una donna che si iscrive ad uno di questi siti e all’inizio  è rimasto colpito dal numero di richieste arrivatogli non appena creato il profilo: ‘per le donne è più semplice‘, ha pensato. Finchè non si è reso conto che:

  • gli uomini riempivano la sua casella di messaggi multipli e ossessivi prima ancora che lui riuscisse a rispondere ad ognuno di loro,
  • che molti diventavano ostili quando rispondeva che non era interessato, anzi, interessata, ad una notte di sesso,
  • che personaggi con lavori rispettabili e carriere avviate chiedevano con insistenza foto senza veli e incontri sessuali immediati.

Su Reddit in rete, OKCThrowaway22221 ha raccontato come questa esperienza, intrapresa con leggerezza e per pura curiosità, lo abbia profondamente toccato e disgustato, portandolo a cancellare il suo finto profilo e a passare una intera notte riflettendo sul punto di vista delle donne in campo di incontri amorosi.

L’uomo insomma ha fatto i conti con l’altra faccia della medaglia: sebbene per le donne sia più facile trovare qualcuno con cui soddisfare meri desideri sessuali, allo stesso tempo raramente è questo ciò che le donne cercano e molto spesso capita che si trovino a fare i conti con con proposte esplicite, aggressive e volgari, che nulla hanno di romantico, di sensuale e tanto meno affascinante.

I non gentiluomini sono sempre esistiti, ma all’epoca di internet, coperti da false identità, hanno ancor meno ritegno che in precedenza.

Cosa deve fare quindi una donna in cerca dell’anima gemella?

Cosa dire a una figlia che magari spera di fare online incontri interessanti?

Voi care lettrici cosa consigliate per evitare esperienze traumatiche come quella che vi abbiamo raccontato?

Firma: Paola Giglio

Notizie Correlate

Commenta