Bandito il WI-FI dalle scuole per proteggere i bambini

Una legge senza precedenti è stata approvata in Francia a tutela dei più piccoli. Bandito il wi-fi in molte scuole contro le conseguenze dell’elettromagnetismo.

Francia: bandito il WI-FI, una legge per proteggere i bambini

Mentre una nuova ricerca mette in luce i pericoli dell’esposizione al wi-fi nei bambini e nelle donne incinte, in alcune nazioni si incorre già a regolamentazioni ferree circa il l’uso in alcuni ambienti frequentati dai bambini.

  • in Inghilterra già nel 2006, a causa di malesseri denunciati da docenti e studenti, veniva vietato a due scuole di continuare ad usufruire della rete senza fili. A ciò è seguito un graduale smantellamento dei trasmettitori in tutte le scuole inglesi.
  • in Francia nel 2011, in seguito ai malesseri di impiegati e frequentatori assidui, il Comune di Parigi ha bloccato in 4 importanti biblioteche la rete wi-fi.
  • in Germania il governo Merkel ha espressamento chiesto ai tedeschi di preferire sempre l’accesso via cavo.

I potenziali danni provocati dalle periferiche wireless sono oggetto di una legge senza precedenti approvata in Francia.

Francia: bandito WI-FI in asili, materne e primarie

La Francia ha approvato una legge che riguarda l’esposizione dei bambini a periferiche wireless proibendo l’uso dei Wi-Fi in:

  • asili nido
  • scuole materne

e limitandone l’attivazione nelle scuole primarie solo durante le lezioni quando necessita per l’educazione degli alunni.

Questo a dimostrazione di una ormai consolidata consapevolezza i potenziali danni derivanti dalle radiazioni elettromagnetiche. Questi i punti principali della legge:

  • Wi-Fi e routers devono essere BANDITI dagli asili nido e dalle scuole materne.
  • i punti Wi-Fi devono essere disattivati nelle scuole elementari quando non sono in uso per lezioni.
  • tutte le pubblicità di telefonia mobile devono includere una raccomandazione di dispositivi per ridurre l’esposizione nella testa, come con l’uso di auricolari.
  • tutti i locali pubblici che offrono connettività Wi-Fi devono chiaramente segnalarlo all’entrata del locale.
  • tutti i dispositivi wireless devono contenere chiare istruzioni su come disabilitare la loro tale funzionalità

Care Unimamme, voi cosa ne pensate? Cretete che le regolamentazioni che giungono d’oltralpe siano eccessive o pensate sia il caso di riflettere anche in Italia sulla diffusa e forse sempre più eccessiva esposizione all’elettromagnetismo nostro e soprattutto dei più piccoli?

Diteci la vostra se vi va.

(Fonte: Le Monde, Elettrosmogsicilia)

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta