I figli condividono più geni con la mamma o con il papà? La scienza risponde

Secondo una nuova ricerca geneticamente siamo più simili ai nostri papà. La scoperta apre le porte a nuovi studi sulle malattie ereditarie.

Unimamme, spesso e volentieri sentirete dire dei vostri figli “oh ma come ti somiglia“, oppure in caso fosse il padre a portare in giro il frugoletto la stessa espressione, usata all’occorrenza per l’uno o l’altro dei genitori.

Ma se le somiglianze riflettono l’atteggiamento di chi guarda, la scienza non mente e stabilisce che geneticamente siamo più simili al papà.

Ad arrivare a questa constatazione è stata la University of North Carolina School of Medicine secondo cui, anche se ereditiamo la stessa quantità di mutazione genetica da parte dei nostri genitori le varianti che ci rendono ciò che siamo sono quelle mutuate dai nostro padri.

Dna: sono i geni del papà a renderci ciò che siamo

Il professor Fernando Pardo-Manuel de Villena che ha guidato lo studio sul dna è entusiasta per questi risultati che certamente apriranno nuove strade per approfondimenti del campo della genetica umana.

“Al momento sappiamo che ci sono 95 geni che sono legati a questo effetto parentela, vengono chiamati “geni scritti”e possono giocare ruoli diversi nelle malattie che dipendono o meno dalle mutazione genetiche del padre e della madre” dichiara il professor de Villena.

Ora però le recenti scoperte hanno evidenziato che ci sono altre centinaia di geni legati a questo effetto parentela.

Ma come si è svolta questa questa brillante ricerca?

  1. sono stati usati 3 differenti ceppi di topi
  2. questi a loro volta discendevano da una sottospecie che si è evoluta in diversi continenti
  3. questi topi sono stati allevati per creare 9 tipi di specie ibride in cui ogni ceppo è stato preso sia dalla madre che dal padre
  4. quando i topi hanno raggiunto l’età adulta sono state rilevate le espressioni genetiche in 4 differenti tipi di tessuti, incluso il cervello
  5. è stato poi quantificato quanta eredità genetica fosse derivata dal padre e dalla madre per ogni singolo gene del genoma

Da tutte queste capillari analisi è emerso che per quanto riguardava il gene del cervello essi erano molto più somiglianti al padre.

Questi studi, naturalmente, aiuteranno ad approfondire la causa di molte malattie e la creazione di nuovi trattamenti.

Unimamme e voi cosa ne pensate di questi stupefacenti risultati?

Solo di recente è stata scoperta la mappa dell’epigenoma, altrettanto utile per individuare malattie e pensare a nuove terapia, la scienza continua a far passi da giganti nello studio dell’essere più complicato e affascinante: l’uomo.

 

(Fonte: The tepegraph.co.uk)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta