Giochi di carte per i più piccoli: un altro modo di divertirsi in vacanza

Chi non ha giocato a carte d’estate quando era piu’ piccolino? Perchè non rivivere quei momenti, giocando con i nostri figli e insegnando loro un nuovo modo, stimolante e divertente, di passare il tempo sotto l’ombrellone o a casa?

   161938299

La vacanza! Quale periodo può essere migliore per trascorrere del tempo con i nostri figli. Dalle passeggiate ai giochi in spiaggia, ci sono davvero molti modi per divertirsi e far divertire i bambini.

Allontaniamoci quindi dalla routine e andiamo anche contro i dati dell’ultima ricerca che vi abbiamo presentato, vi ricordate che brutta verità? “A 7 anni i nostri bimbi ne hanno già passato 1 davanti a tv e video giochi!”

Se avete dato fondo a tutto il vostro bagaglio di conoscenze e inventiva, avete anche attinto all’ultimo dei “giochi di una volta” che vi è venuto in mente, ed in cui per divertirsi bastava solo la fantasia, allora ecco la vostra idea in più.

3 giochi di carte per i più piccoli

Le carte al posto dei videogiochi, più stimolanti e sociali, per imparare le regole in compagnia. Ecco la nostra scelta di giochi adatti ai più piccoli:

“L’uomo Nero” è tra i più classici dei giochi di carte per bambini.

    • Si gioca con: un mazzo di carte regionali da 40 oppure si può giocare anche con un mazzo di carte internazionali di 52 carte.
    • Quante persone:  in 3 con il mazzo da 40, in più giocatori con il mazzo  da 52 (l’importante è che ogni partecipante abbia all’inizio lo stesso numero di carte).
    • Svolgimento: bisogna scegliere l’Uomo Nero! In alcune regioni è rappresentato dal Fante di Bastoni, ma varia di luogo in luogo. Se scegliete il Fante dovete togliere dal mazzo un’altro  fante, in modo che quello di bastoni rimanga scoppiato. Ogni carta mantiene il proprio valore. Poi una volta date le carte, ogni giocatore deve mettere le carte uguali in valore in coppia. Prima di iniziare gli scambi, ogni giocatore inizia a scartare le proprie coppie, per esempio: due Assi, due due, Donne, etc..  Tra i tre Fanti rimasti due si possono scartare ma tra loro essi non deve trovarsi l’Uomo Nero. Inizia il gioco e il giocatore di mano pesca una carta a scelta fra quelle possedute dal giocatore a seguire. Se con questa carta riesce a formare una coppia la scarta, altrimenti la carta si aggiunge a quelle che già possiede. Alla fine resterà un solo giocatore che si troverà con l’Uomo Nero, sarà lui a perdere e a pagare la penitenza.

 

“Battaglia”: un gioco semplice ma avvincente!

    • Si gioca con: un mazzo da 52 carte.
    • Quante persone: in due.
    • Svolgimento: Lo scopo del gioco è quello di cercare di catturare tutte le carte. Si distribuiscono tutte le carte e ognuno si mette il proprio mazzo davanti. Il primo giocatore gira la carta la mette al centro del tavolo. Vince la “battaglia” chi ha la carta più alta. Chi vince prende tutte e due le carte e le mette in fondo al proprio mazzo.

 

“Il gioco degli animali detto anche Zoo”: un gioco divertente, soprattutto per i piu’ piccolini!

    • Si gioca con: due mazzi di carte da 52.
    • Quante persone: da due in su.
    • Svolgimento: Ogni giocatore sceglie un nome di animale lungo il più possibile difficile e complicato da pronunciare. Scrive il nome su di un un foglietto, che poi si piega e mette insieme agli altri in un contenitore. Ogni partecipante pesca un foglietto, il nome che comparirà sarà il suo animale per tutta la durata del gioco. Vengono consegnate tutte le carte tra i giocatori e ognuno le dispone a mazzetto davanti a se. Il giocatore di turno gira la prima carta del suo mazzo e man mano tutti faranno lo stesso fino a che sul tavolo ognuno avrà una carta scoperta. Se il giocatore che scopre la carta si accorge che sul tavolo qualcun altro ha quella carta, deve gridare tre volte il nome dell’animale che rappresenta il proprietari del mazzetto!Se ci riesce senza sbagliare si aggiudica il mazzetto e lo mette in fondo al suo, altrimenti lo consegna all’avversario.  Vince chi è riuscito a conquistarsi tutte le carte!

Allora unimamme, vi è piaciuta questa idea? Fatela con i vostri figli e raccontateci se è piaciuta anche a loro!

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta