Gli scienziati hanno trovato la formula della felicità

La felicità di 18 mila persone è stata predetta da una formula matematica di alcuni ricercatori della University College di Londra.

donna-felice-

Finalmente gli scienziati sono riusciti a trovare la “formula” della felicità”, un quesito di millenaria durata che tutti gli uomini, nel corso dei secoli, hanno ricercato.

Ma mentre uno studio svedese di qualche tempo fa trovava la sua risposta nelle persone, la soluzione a cui sono giunti i ricercatori della UCL (University College of London) pare essere molto diversa.

Secondo gli scienziati infatti questa non è un riflesso di come stiano andando le cose (in caso di andamento positivo) ma dipende da come le cose vadano meglio rispetto alle aspettative e c’è addirittura un’equazione per ottenerla.

L’equazione della felicità: una ricerca

L’equazione capace di predire la felicità è giunta dopo una serie di analisi che hanno portato i ricercatori a predirla a ben 18 mila persone. La precedente equazione infatti riusciva a predire quanto fossero felici le persone momento per momento, in base alle ricompense ricevute e alle aspettative a seguito di una decisione.

Una volta stabilito che la ricchezza non era un metro di giudizio plausibile, gli scienziati hanno notato che la felicità era collegata alla storia recente di aspettative e ricompense. Ed è proprio su questo tema che si sono concentrate gli ultimi studi integrati con il monitoraggio dei processi neurali.

L’equazione della felicità: come si è svolto lo studio

Per arrivare alle considerazioni finali i ricercatori sono partiti esaminando un campione di 26 persone che avevano portato a termine un compito decisionale le cui scelte li ha condotti a perdite e guadagni monetari. A loro è stato chiesto anche di rispondere al quesito: “quanto sei felice”?

In contemporanea ai partecipanti è stata misurata l’attività neurale tramite delle risonanze e da questi dati i ricercatori hanno realizzato un modello matematico in cui la felicità veniva associata ai premi ed aspettative più recenti.

Successivamente questo modello è stato testato 1842o partecipanti con un gioco intitolato “cosa mi rende felice?” distribuito su iPhone dopo essere stato sviluppato dai ricercatori della UCL.

Si scoprì che l’equazione si applicava benissimo anche ai giochi, indovinando quanto sarebbero stati felici gli utenti mentre giocavano con lo smartphone.

L’equazione della felicità: risultati

Il dottor Robb Rutledge, autore principale dello studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences e riportato anche su Newser, racconta: “siamo rimasti sorpresi dallo scoprire quanto siano importanti le aspettative per determinare la felicità. Nel mondo reale, i benefici derivati da alcune scelte di vita come cambiare lavoro o sposarsi spesso non si realizzano per un lungo periodo, il nostro studio dimostra invece che le aspettative riguardanti queste decisioni hanno un grande effetto sulla felicità“.

Ma c’è di più, è emerso anche che minori sono le speranze più i risultati le supereranno avendo un impatto positivo sulla felicità.

La nuova equazione permette quindi di prevedere l’avverarsi della felicità in base agli effetti combinati di molti eventi del passato.

L’equazione della felicità: prossime applicazioni

I ricercatori sperano che questa scoperta possa aiutarli ad approfondire la comprensione dei disturbi dell’umore, tra cui ad esempio figura anche la depressione. Infatti si potrà analizzare meglio come l’umore sia influenzato da eventi e circostanze e come tutto ciò differisca nelle persone affette da disturbi di questo tipo con l’obiettivo di studiare trattamenti migliori.

E voi unimamme cosa ne pensate di questa incredibile scoperta? Le applicazioni, in psicologia per esempio, potrebbero essere infinite e molte persone malate potrebbero trarne giovamento.

 

(Fonte: Eurekaalert.org/Newser)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta