I 12 i peggiori programmi televisivi per le famiglie: meritano i “Bidoncini” perchè spazzatura

TV e famiglia: premiata la tv di qualità e denigrata la tv spazzatura, che offende la sensibilità dei minori e dei loro genitori.

famiglia che guarda la tv

Ogni anno numerosi sono i premi assegnati alle trasmissioni televisive che si sono distinte durante la stagione trascorsa.

Anche quest’anno il Moige, il Movimento Italiano Genitori, ha assegnato i suoi:

  • il “Premio Conchiglia Moige”, l’unico premio assegnato ai programmi e agli spot indirizzati alla famiglia
  • il “Bidoncino“, il riconoscimento dato ai programmi meno adatti, considerati “spazzatura“.

Circa i primi, quest’anno il premio è stato assegnato a ben 27 prodotti televisivi:

  • 8 fiction, tra cui
    • “Adriano Olivetti, la forza di un sogno”
    • “Braccialetti rossi”
    • “Anna Karenina”
    • “Non è mai troppo tardi”
    • “‘L’oro di Scampia”
    • “Il segreto”
    • “Il Matrimonio”
  • 6 programmi di intrattenimento
    • “Boss in incognito”
    • “Ma come ti vesti”
    • “Masterpiece”
    • “Punti di vista: Come mio padre”
    • “SkyTg24 pomeriggio”
    • “Tale e quale show”
  • 4 programmi per ragazzi
    • “Divertinglese -magic wonderland” (Rai Scuola)
    • “Gulp inchieste” (Rai Gulp)
    • “Next tv” (Rai Gulp)
    • “Il sogno di Brent” (Rai2)
  • 9 spot pubblicitari.

Parlando invece dei programmi “trash“, per nulla adeguati ai più piccoli, tutti, purtroppo, andati in onda in fascia protetta, cioè dalle 7,30 alle 22,30, troviamo:

  • le serie Tv
    • Hannibal (Italia 1)
    • Il peccato e la vergogna (Canale 5)
    • La Cortigiana (Canale 5)
  •  trasmissioni di intrattenimento
    • Avanti un altro” (Canale 5)
    • Domenica live (Canale 5)
    • Grande Fratello 13 (Canale 5)
    • Pomeriggio 5 (Canale 5)
    • Geordie shore (MTV)
    • Uomini e donne (Canale 5)
  • spot pubblicitari
    • Fonzies,
    • Jamba
    • Jamba- Zalele.

Nella premessa che si trova nel libro “Un anno di zapping 2013-2014” del Moige leggiamo: “Non solo share. Il punto di partenza con cui, da 17 anni, ci avviciniamo ai programmi e agli spot televisivi è la qualità family friendly. Ed è in quest’ottica che valutiamo centinaia di trasmissioni tra fiction, film, soap, mini serie, varietà, talk show, approfondimenti, cartoni animati e spot. La tv è ancora una delle principali forme di intrattenimento e guardarla insieme, commentando quanto va in onda, rimane un comportamento preferibile per tutta la famiglia. Riteniamo che un prodotto televisivo sia buono quando la “vision” degli autori, cioè il “sottotesto’’, trasmette valori di bellezza, bontà ed autenticità: auspichiamo che oltre a divertire debba veicolare anche un messaggio valoriale positivo e stimolante, sia per i minori che per i genitori.

Grazie allora al Moige, per sensibilizzare e indurre le varie emittenti a prestare maggiore attenzione ai programmi che vengono trasmessi in fascia protetta e visibili da tutti, minori compresi.

Sempre più spesso, infatti, ci si imbatte in scene non adatte che, non mi vergogno a dirlo, molte volte mi mettono a disagio davanti ai miei figli.

È mai possibile che nel primo pomeriggio si trasmettano fiction con scene di sesso esplicito o, addirittura, si affrontino in quelli che si definiscono “programmi contenitore” degli argomenti quali la pedofilia e il sesso tra minorenni lasciando ben poco alla fantasia?

E voi unimamme che ne pensate di questi riconoscimenti?  Siete d’accordo con i giudizi espressi?

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta