I benefici della scrittura manuale sullo sviluppo dei bambini

Un pedagogista analizza come scrivere a mano influenzi positivamente i bambini.

Scrivere a mano

In un modo dominato da computer, tablet e smartphone spesso viene da chiedersi se abbia ancora un senso scrivere a mano.

Il professore ordinario di pedagogia presso l’Università di Roma Tre, Benedetto Vertecchi, su il Libro.it, ha deciso di condividere le proprie riflessioni a questo proposito.

Scrivere a mano: come influenza i bambini?

Secondo il suo parere infatti la scrittura digitale sta influenzando:

  • lo sviluppo mentale dei ragazzi
  • le capacità di coordinamento percettivo – motorio
  • la memoria dei bambini

Da alcuni anni gli insegnanti gli segnalano la difficoltà degli alunni nell’usare il linguaggio scritto, non solo nella scuola secondaria, ma anche in quella elementare.

Così il professore ha pensato di compiere un esperimento, convinto che per migliorare la scrittura fosse necessario esercitarsi con continuità.

Così, in accordo con gli insegnanti, ha chiesto ad alunni di terza, quarta e quinta elementare, di scrivere brevi testi di 4, 5 o 6 righe sulla base di stimoli studiati per permettere una produzione verbale non condizionata da stereotipi scolastici o di valore.

I bambini dovevano sentirsi liberi di scrivere sapendo che nessuno avrebbe giudicato i loro testi. Si richiedeva inoltre di scrivere a mano ma non necessariamente in corsivo.

  • Il tempo impiegato per svolgere questo compito era di 15 minuti
  • si è svolto per 3 mesi e mezzo
  • sono stati coinvolti 400 bambini
  • sono stati coinvolti 28 mila persone

Sono stati considerati:

  • la qualità dei tracciati
  • la qualità dei testi prodotti

Si è osservato il progressivo miglioramento nella qualità grafica dei documenti prodotti, oltre a una maggiore appropriatezza ortografica e una selezione del lessico più curata.

I risultati sono coerenti con altri studi riguardanti lo sviluppo mentale dei bambini, in modo particolare sul coordinamento percettivo motorio, l’esercizio e il potenziamento della memoria.

Il professor Vertecchi sottolinea anche che la libertà di scrivere si collega alla possibilità di farlo senza ricorrere a soluzioni strumentali complesse.

Usando i dispositivi digitali non si può fare a meno di utilizzare l’energia elettrica o comunque di uno strumento che interrompe la continuità di chi scrive sul testo.

I vostri bambini scrivono in corsivo? E voi lo fate?

Noi vi lasciamo con uno studio secondo cui scrivere aiuti ad allontanare le malattie.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta