«I ragazzini suonavano ma nessuno li ascoltava»: la lettera di un padre deluso a Renzi

Il papà di una giovane musicista scrive una lettera a Renzi per il comportamento dallo stesso tenuto durante un convegno dedicato alla scuola.

lettera di un papà a renzi

Il nostro Primo Ministro è destinatario di un’altra epistola per nulla lusinghiera. Dopo la lettera scritta da una mamma che rinunciava all’aumento in busta paga di 80 euro ecco un altro genitore che gli scrive per sottolineare un comportamento, ritenuto dallo stesso, poco carino nei confronti di un gruppo di musicisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Lettera a Matteo Renzi, Primo Ministro

«Egregio signor Primo Ministro,

oggi mia figlia quattordicenne ha suonato con la JuniOrchestra dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, a Roma, all’evento del Pd, “La Scuola che cambia, cambia l’Italia”. È tornata a casa in lacrime umiliata e mortificata dalla totale assenza di attenzione da parte del pubblico durante la loro esecuzione successiva al suo intervento. Mentre i ragazzi erano impegnati nella difficile esecuzione di musiche di Beethoven e di Tchaikovsky il pubblico in sala era principalmente impegnato a prodigare saluti, non solo parlando a voce alta, ma camminando e urtando i ragazzi, rendendo di fatto impossibile l’esecuzione stessa.

Lei stesso non ha prestato alcuna attenzione alla musica preparata e studiata dai ragazzi espressamente per questa circostanza.

Ma è mai possibile? Un convegno che parla di educazione e di scuola (anche sottolineando l’importanza della musica per la formazione di buoni cittadini) e i cui partecipanti trattano i ragazzi e il loro impegno in questo modo?

Credo che la Buona Scuola inizi proprio da qui: dal rispetto dei ragazzi prima di tante belle parole e oggi questo è venuto drammaticamente a mancare.

Un drammatico autogol per il Pd e per il mondo della politica!».

Sicuramente Renzi non avrà gradito queste righe scritte da un papà deluso dal suo atteggiamento. Probabilmente il nostro Presidente del Consiglio non si sarà neppure accorto di quanto stesse accadendo perché affaccendato in altre faccende certo è che la bimba non ha gradito tale comportamento.

E voi unimamme cosa ne pensate del comportamento di Matteo Renzi? Ricordiamo che sono sempre i piccoli gesti a fare grandi le persone.

Ecco il video che testimonia la confusione presente in sala mentre i ragazzi suonavano l’Inno alla Gioia di Beethoven.

(Fonte: corriere.it)

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta