Il cioccolato è il nuovo elisir di giovinezza? La scienza risponde

Secondo una ricerca il cioccolato farebbe ringiovanire la mente di un sessantenne di 30 anni, combattendo invecchiamento e migliorando la memoria.

Unimamme, forse conoscerete già le molteplici capacità propedeutiche del cioccolato.

Secondo alcuni studi questo dolce nettare divino aiuterebbe persino a dimagrire, ma oggi ve ne parliamo in qualità di vero elisir di giovinezza, poiché stando alle ultime ricerche scientifiche il cioccolato potrebbe aiutare a combattere l’invecchiamento.

Il cioccolato combatte davvero l’invecchiamento?

Secondo gli scienziati della Columbia University che hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Nature Neuroscience i flavonoli, antiossidanti contenuti nei chicchi del cacao sono addirittura in grado di far tornare la memoria di un sessantenne a quella di un trentenne o quarantenne.

Ecco come si è svolto lo studio:

  1. sono stati coinvolti 37 volontari
  2. le persone avevano un’età tra i 50 e i 69 anniù
  3. i partecipanti sono stati suddivisi in 2 gruppi
  4. 1° gruppo: gli appartenenti sono stati invitati a bere bevanda ricche di flavonoli
  5. 2° gruppo: i volontari hanno assunto solo una piccola dose di flavonoli
  6. la sperimentazione è durata 3 mesi

Conclusioni

I dati raccolti hanno dimostrato che chi aveva mangiato più cioccolato faceva collegamenti mentali più rapidi degli altri partecipanti.

L’autore dello studio, il dottor Dr Scott A .Small ha sottolineato che se un volontario mostrava di avere la memoria tipica di un sessantenne dopo 3 mesi di trattamento col cioccolato, secondo le dosi previste, poteva sfoggiare una memoria ringiovanita di 30 anni.

Inoltre è stato osservato che nei soggetti che avevano mangiato più cioccolato vi era un maggior afflusso di sangue nella zona del grigio dentato dell’ippocampo, dove si rigenerano le cellule del cervello e si formano nuovi ricordi.

Se state pensando però di correre ad abbuffarvi di cioccolato nel negozio più vicino dovreste rivedere un momento le vostre priorità. “Il nostro studio non vuole dimostrare che bisogna mangiare più cioccolato, quella che abbiamo somministrato ai volontari era una bevanda appositamente studiata avvertono i ricercatori.

flavonoli responsabili del miglioramento della memoria, spesso vanno persi durante la preparazione del cioccolato, quindi è bene leggere l’etichetta prima di procedere all’acquisto delle “magiche” barrette.

Il dottor Ashok Jansari, del Goldsmith College sottolinea che l’importanza di questo studio è stata quella di sapere che si può agire sulla perdita dei ricordi modificando la dieta.

Unimamme e voi cosa ne pensate di questi risultati? Abitualmente consumate molto cioccolato?

Dite la vostra se vi va.

 

 

 

Fonte: Huffington Post.com

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta