Il girello, usarlo o non usarlo?

Usare o non usare il girello? Scopriamo perché.

girodondolo

Ho voluto porre questa domanda in maniera amletica, ma in realtà la mia risposta è no, no e poi no. Non che io abbia qualcosa contro quell’aggeggio carino (ho visto che li vendono anche con la faccia di Hello Kitty), magari tutto rosa e dotato di confort, come il sedile imbottito. Di per sè, infatti, l’oggetto potrebbe anche essere adatto come porta indumenti o come porta oggetti che ci si può lanciare in giro per casa, visto che ha le rotelle.

Ovviamente sto scherzando, ma l’argomento è serio: comprare o non comprare il girello? Lo dico subito: io non lo acquisterò, nè lo userò se dovessero regalarmelo. Chiariamoci: non è il male assoluto, ma ad esempio in Canada, come riporta il sito medicitalia.it, ne è stata vietata la produzione.  Il girello infatti sembra sicuro, perché appunto il bambino ha attorno a sé una protezione, ma in realtà nasconde delle insidie.

Prima di tutto, impedisce al bambino di gattonare: questa fase è molto importante per far si che il piccolo si alzi in piedi senza aspettare tempi troppo lunghi. Gattonare per un bambino rappresenta le prime fasi di esplorazione del mondo in solitaria, impara i confini del suo corpo, senza contare che più gattona, più in fretta camminerà.

Se un bambino invece è abituato a non fare fatica, perché le rotelle lo fanno muovere al posto suo, chi glielo fa fare di dover muovere i passi per andare da una parte o dall’altra?

Senza contare che anche la postura del bambino non è naturale:  con il girello infatti appoggia solo le punte e quando sarà in piedi senza appoggi, abituato a muoversi in un certo modo, potrebbe fare  più fatica a procedere con i primi passi. 

In secondo luogo, il girello altera la percezione del pericolo di un bambino: avendo davanti a sé una specie di vassoio, egli non ha idea della reale distanza con un oggetto potenzialmente nocivo.  Se è abituato con il girello e ad esempio non riesce a toccare la televisione, quando glielo si toglie potrebbe farsi male, perché non sa quanto dista davvero l’oggetto e provocarsi dei danni.

Quindi, care unimamme, se non l’avete ancora sperimentato, potete farne anche a meno. Per quelle che lo stanno usando, state tranquille: ripetiamo che il girello non è il male assoluto, ma se proprio lo volete usare, fatelo con moderazione, lo dice il dottore… 😉

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta