Il Maestro Claudio Abbado, sostenitore dei giovani, ha lasciato una grande eredità

Ecco la storia di Claudio Abbado, grande direttore d’orchestra e grande sostenitore dei giovani, ai quali ha lasciato tanto

claudio abbadoDa pochi giorni ci ha lasciato il maestro Claudio Abbado, uno dei più importanti direttori d’orchestra, che ha dedicato tutta la sua vita alla musica e alla scoperta di nuovi talenti e grazie al quale tanti giovani si sono avvicinati alla musica e in lui hanno trovato il più grande alleato.

Egli è stata una delle eccellenze mondiali nel suo campo e tre sono stati i suoi “podi leggenda”:

  • Scala di Milano, dal 1968 al 1986,
  • Staatsoper di Vienna, dal 1986 al 1991
  • Berliner Philharmoniker, dal 1989 al 2002.

Inoltre il maestro Abbado ha fondato alcune tra le piu’ importanti scuole:

  • l’European Community Youth Orchestra,
  • la Chamber of Europe,
  • la Gustav Mahler dalla quale nacque la Mahler Chamber
  • e l’Orchestra Mozart, chiusa da poco proprio per i problemi finanziari e di salute sopravvenuti.

Ciò che però colpisce noi di Universomamma è l’amore di quest’uomo per la cultura in genere, e per la musica nella fattispecie, amore che ha ereditato dalla famiglia sicuramente, essendo lui figlio d’arte (padre violinista e madre pianista), e che ha poi voluto diffondere in diversi modi:

  • ha sempre chiesto a tutti i governi una maggiore sensibilità verso la cultura
  • in Venezuela  ha aderito al progetto “El Sistema“, un progetto educativo dedicato ai ragazzi che vivono quotidianamente a contatto con
  • criminalità,
  • prostituzione,
  • droga

Un progetto che attraverso la musica salva questi ragazzi, nato da un musicista Josè Antonio Abreu ben 30 anni fa e che oggi è un programma di didattica delle musica, pubblico e gratuito, riconosciuto globalmente:

  • 300.000 i bambini coinvolti nel progetto
  • 180 le scuole solo in Venezuela, decine nel resto del mondo.

Ecco un video che illustra come funziona il progetto, trailer di un documentario realizzato nel 2010.

 

Un progetto che Claudio Abbado ha provato anche a portare nel nostro paese, per dare la possibilità a tutti i giovani di accedere al potere della musica, il “linguaggio universale” per eccellenza. Ed è infatti da questa sua iniziativa che è nato il master universitario a Firenze, unico in Italia, per preparare operatori musicali che animeranno cori e orchestre giovanili e infantili impegnate sul fronte del contrasto al disagio.

Non basta, il Maestro, recentemente nominato senatore a vita, ha rinunciato allo stipendio di parlamentare per devolverlo alla Scuola di Musica di Fiesole per finanziare borse di studio ed ha anche scelto di dirigere gratuitamente l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

Insomma, un esempio per tutti!

Un altro illustre italiano, purtroppo, ci ha lasciati, ma, la sua eredità non ci lascerà mai.

Addio Maestro, anzi…arrivederci!

Di certo la musica in cielo adesso ha un direttore d’eccezione…

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta