Imparare giocando a contatto con la natura: le fattorie didattiche diventano realtà!

Trasformare i bambini in baby chef, biopittori e mini contadini: è il fine del progetto “L’Educazione alla campagna amica”.

Cosa c’è di più bello che imparare giocando e divertendosi? E’ questo lo scopo di alcune importanti novità introdotte nel nuovo anno scolastico da un recente decreto legge che prevede nuovi programmi di educazione alimentare favorendo il ritorno sui banchi dell’economia domestica.

Il modo migliore per imparare, soprattutto per i bambini più piccoli, infatti, è toccare con mano quello che si legge sui libri. E così la Coldiretti, ossia “la principale Organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europee con oltre 1 milione e mezzo di associati” ha aperto le cosiddette “Fattorie didattiche”, ossia aziende agricole che accettano di aprire le proprie porte per insegnare ai bambini tutto ciò che c’è da sapere sulla campagna.

Nel corso dell’inaugurazione di Nativity, il primo salone dedicato alla pediatria, la Coldiretti ha presentato il progetto “L’Educazione alla campagna amica” aprendo le porte a una vera e propria fattoria didattica, a Roma, per anticipare le emozioni contadine che vivranno gli alunni delle scuole materne, elementari e medie durante l’anno scolastico.

Il fine è quello di avvicinare i bambini all’ambiente e alla natura insegnando loro il rispetto dell’ambiente e la conoscenza dei prodotti agricoli portandoli a lezione direttamente nelle aziende.

I bambini, così, nelle oltre 1.300 fattorie didattiche sparse in tutto il territorio nazionale, si trasformeranno in

  • baby chef per imparare a preparare la pasta fatta in casa
  • bio pittori per imparare a dipingere con colori naturali
  • cake designer per realizzare e decorare buonissimo dolcetti
  • piccoli contadini per imparare i segreti della terra
  • mini coltivatori di ortaggi biologici

Accompagnati dagli insegnanti o dai genitori, i bambini potranno recarsi nelle aziende agricole per imparare “facendo” attraverso attività pratiche come:

  • seminare
  • raccogliere
  • trasformare
  • manipolare
  • creare

Le attività prodotte dalle aziende sono davvero tante:

  • laboratorio del bio pittore per dipingere con colori estratti da foglie, fiori e ortaggi
  • laboratorio del baby chef per imparare anche a cucinare senza sprechi
  • laboratorio dei sensi per imparare a riconoscere, attraverso l’olfatto, il gusto e il tatto, le piante aromatiche e i diversi tipi di miele
  • laboratorio per allevatori in cui imparare a mungere una mucca e a trasformare il latte in formaggio

Insomma, le lezioni di campagna sono una bella opportunità non solo per trascorrere del tempo all’aria aperta, ma anche per avvicinare i bambini a un mondo che non ha nulla a che fare con i videogiochi e con la televisione.

E allora non perdete altro tempo e chiedete alle insegnanti dei vostri figli di organizzare una giornata in una fattoria didattica perché non c’è niente di più bello che educare i bambini a valori importanti come il rispetto per l’ambiente e la corretta alimentazione divertendosi tutti insieme!

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta