In vacanza da soli: perchè non con il WWF per salvare il Pianeta divertendosi?

Ecco un’altra tipologia di vacanza ideale per i nostri figli, grazie alla quale oltre al divertimento e alle nuove amicizie arricchiranno le loro esperienze e comprenderanno la necessità di tenere pulito il nostro pianeta.

vacanza wwf

È Estate, o poco ci manca, le scuole sono finite e si pone il problema di cosa far fare ai figli, e eventualmente di dove mandarli.

Oltre ai Campogiovani organizzati da diversi enti tra i quali ricordiamo la Croce Rossa Italiana e la Marina Militare, di cui abbiamo parlato, ecco le vacanze organizzate dalla più grande organizzazione della difesa del Pianeta qual è il WWF.

Ecco, brevemente, quello che il WWF offre a coloro che partecipano alle vacanze da loro organizzate:

  • Turismo responsabile e naturalistico certificato dalla Carta di Qualità e anche da Travel Life (certificazione rilasciata alle aziende turistiche rivolte alla salvaguardia dell’ambiente e all’eco-sostenibilità)
  • Animatori professionisti, un animatore ogni 8/10 ragazzi, a seconda dell’età
  • Esperti operatori locali
  • Località di pregio naturalistico-ambientale e storico-etnografico
  • I partecipanti a queste vacanze aiutano la Natura del Pianeta Terra
  • Operazione prezzo trasparente, ovvero i costi delle vacanze sono tutti dettagliati.

Per tutti i partecipanti sono garantiti divertimento, scoperta della natura e nuove amicizie.

Le vacanze sono suddivise in tre categorie, corrispondenti a diverse fasce d’età

  • 7-11 anni d’età, ovvero bambini e bambine delle scuole elementari,
  • 11-14 anni, cioè ragazze e ragazzi delle scuole medie
  • 14-17 anni, ragazzi delle scuole superiori.

È da premettere che le vacanze ideate dal WWF sono mirate alla salvaguardia dell’ambiente e vogliono insegnare ai partecipanti come poter difendere la natura dall’inquinamento.

Ecco, brevemente, alcuni tra i numerosi pacchetti vacanze studiati ad hoc per i ragazzi che vi prenderanno parte.

bimbo e tartaruga sott'acqua

Per la fascia d’età che va dai 7 agli 11 anni una proposta davvero interessante è quella intitolata “Tartarughe e lontre: tra mare, fiume e bosco incantato” grazie alla quale, in un’oasi in riva al mare, presso la Riserva Naturale Bosco Pantano a Policoro, in Basilicata, tra mare, fiume e bosco, si potrà imparare ad andare in barca a vela, in canoa e si potrà diventare dei novelli Robin Hood imparando a utilizzare arco e frecce. I ragazzi diventeranno delle vere e proprie guardie del parco, una sorta di Rangers, e vivranno a stretto contatto con la natura prendendo parte a bellissime escursioni e curando, con l’ausilio dei veterinari del Centro Recupero Animali Selvatici, le tartarughe marine, i falchi, i caprioli e la Lontra, la regina dei fiumi. Durante questa vacanza i ragazzi parteciperanno ad un’uscita in barca alla ricerca dei cetacei.

ragazza in immersione

Per i ragazzi con età compresa tra 11 e 14 anni, poi, interessante è la proposta “Come pesci, con i pesci, il mare senza segreti all’isola d’Elba” dove i partecipanti vivranno il mare sotto tutti gli aspetti. I ragazzi faranno snorkeling e seawatching ammirando e vivendo i fondali meravigliosi dell’Isola d’Elba. Grazie agli esperti biologi marini del Biodivers Elba Sea academy e dell’ISM (Istituto per gli Studi sul Mare di Milano) gli esperti che tengono le attività didattiche all’Acquario di Milano si scopriranno migliaia di specie vegetali ed animali che vivono sotto il pelo dell’acqua. Non solo lezioni in aula ma soprattutto sessioni di osservazione naturalistica. Alle attività prettamente marine si affiancheranno, poi, anche delle escursioni a terra di carattere botanico, geologico e zoologico. Si visiterà inoltre l’Acquario dell’Elba. Una vacanza, quindi, dedicata agli aspiranti biologi marini.

goletta wwf

Infine, per i ragazzi delle scuole superiori, con età tra i 14 e i 17 anni, davvero interessante è “Identi-Fish”, una settimana a bordo della Goletta Oloferne, una bellissima barca a vela di 23 metri, per fare attività di biologia ed ecologia e per scoprire tutte le meraviglie che ospita l’Area Marina Protetta delle Cinque Terre. Dopo un’iniziale corso pratico sugli organismi che popolano i fondali delle Cinque Terre si effettueranno, giornalmente, delle uscita in mare per fare snorkeling e seawatching per conoscere dal vivo la ricchezza di questo mare.

Niente male come vacanza educativa, no? Per conoscere tutti i dettagli di queste vacanze si può visitare il sito del WWF e scegliere tra le diverse tipologie di offerte, che spaziano da quelle studiate per vivere esclusivamente ambienti marini a quelle dedicate a vivere a stretto contatto con cavalli e altri animali a quattro zampe.

In questo modo i nostri figli non solo trascorrerebbero una vacanza degna di questo nome ma tornerebbero a casa con una consapevolezza diversa circa la salvaguardia del pianeta.

E voi mamme, interessate?

Nell’attesa, auguriamo a chi andrà una buonissima vacanza!

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta