Incidenti stradali: le donne incinte rischiano gravi conseguenze

Nuovi studi sul rapporto tra incidenti stradali e serie conseguenze sulle donne incinte e i loro bambini.

donna incinta con cinture di sicurezza

Durante la gravidanza le donne devono far fronte a tutta una serie di nuovi suggerimenti da tener presenti mentre sono in stato interessante. Tra di esse però ne spicca uno molto importante su cui non si insiste però abbastanza. Si tratta delle cinture di sicurezza, il cui uso potrebbe non solo salvare molte vite, ma prevenire gravi conseguenze per le donne in attesa.

Il Centro per il Controllo e Prevenzione delle malattie (Centers for Deasease Control and Prevention, CDC) indica che:

  • 6400 adulti ogni giorno  rimangono feriti in un incidente stradale,
  • i rischi di serie conseguenze per la salute sono ridotti al 50% se si indossano la cintura di sicurezza.

Sebbene in generale il numero delle persone che indossano le cinture sia in aumento, ancora 1 adulto su 7 non le usa durante gli spostamenti.

Le donne in gravidanza, in modo particolare, dovrebbero stare molto attente a questo riguardo. Uno studio dell’American Journal of Preventive Medicine indica le automobili risultano molto pericolose soprattutto se le donne non si proteggono con gli adeguati strumenti di sicurezza.

Questo studio ha preso in considerazione ben 878,546 donne incinte di un’età compresa tra i 16 e i 64 anni che hanno dato alla luce un bambino tra il 2001 e il 2008 nello stato del Nord Carolina.

Usando i dati riguardanti gli incidenti è stato possibile stabilire una relazione tra:

  • incidenti
  • elementi di sicurezza sui veicoli
  • parti difficili.

Si sa che un trauma legato ad un incidente stradale può anche essere letale per una mamma e il suo bambino, dal momento che sia gli organi della donna che quelli del piccolo possono risultare seriamente danneggiati. Detto questo, le aree prese in considerazione nello specifico sono:

  • parti pretermine
  • separazione della placenta
  • rottura della placenta
  • parto di feto morto.

Lo studio ha fatto emergere che le donne incinta che avevano giudato, mostravano maggiore incidenza di tali tragici contesti.

Catherine J. Vladutiu, membro del Dipartimento di Epidemiologia presso la Gillings School di salute publica e globale dell‘Università del Nord Carolina ha dichiarato: “questo è il più importante studio sugli incidenti stradali durante la gravidanza e i loro possibili effetti sulle nascite premature”.

Lo studio inoltre focalizza sugli incidenti multipli in cui una donna gravida può incorrere. Dopo un secondo o terzo incidente si è notato che oltre ai pericoli sopra elencati, si ha che:

  • le nascite premature sono più frequenti più elevato è il numero degli incidenti
  • i feti nati morti risultano più numerosi da donne coinvolte in incidenti e senza cinture di sicurezza

Sempre la dottoressa Vladutiu rimarca: “Il parto di feti morti è tre volte più probabile nelle donne che non hanno messo la cintura di sicurezza.

Avete sentito bene mamme che vi mettete al volante o fate i passeggeri accanto ai vostri compagni e parenti? Indossate sempre, sempre, sempre le cinture si sicurezza, potrebbero salvare la vita a voi e a vostro figlio. Tutto si gioca sulla prevenzione!

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta