Usiamo gli integratori in gravidanza

Quali integratori si assumono in gravidanza e perchè? Scopriamo insieme quali sono le sostanze consigliate per le mamme nei mesi di attesa. Dall’acido folico al ferro, dalla vitamina D alla B12.

Primo piano di addome di donna incinta con integratori
Cara mamma,
fin dai primi giorni di attesa la nostra dieta e la nostra quotidianità sono scandite dall’assunzione di alcune  sostanze, come ad esempio le vitamine, di cui il nostro fisico ha più bisogno.

Conosciamo queste importanti sostanze insieme.

Tra gli integratori più importanti che il medico ci prescriverà, sin dagli inizi della gestazione,  vi è  sicuramente  l‘acido folico.

Di cosa si tratta?

L‘acido folico è considerato, anche a livello scientifico, l’integratore alimentare più utile per tutte le  mamme in attesa, e viene somministrato, in alcuni casi, anche due mesi prima del concepimento.

L’acido folico di solito è assunto per tutta la gravidanza, quotidianamente, nela dose di 0,4 mg al giorno.

Vi sono inoltre molti altri integratori che vengono consigliati alle mamme, tra cui:

  1. la Vitamina D, assunta in generale per favorire una crescita sana ed equilibrata del feto e in particolare quando la mamma è vegetariana/vegana;
  2. il Ferro, viene consigliato generalmente in caso di anemia nella mamma, ossia quando dopo le analisi del sangue (emocoromo) è stato accertato uno stato anemico da mancanza di ferro;
  3. Vitamina B12, è consigliata alla mamma  è in presenza di regimi dietetici particolari.

Tra gli integratori più diffusi tra le mamme c’è sicuramente il multicentrum materno.

Integratore disponibile non solo in farmacia, ma anche in alcuni supermercati e parafarmacie. Si tratta di capsule molli facile da inghiottire.

E per le molte  mamme che hanno difficoltà nella deglutizione delle pasticche?
Esistono fortunatamente in commercio utili integratori in bustine da sciogliere nell’acqua.

E’ bene ricordarsi che spesso il ferro può causare degli effetti collaterali poco piacevoli, come:

  • vomito;
  • mal di testa,
  • pesantezza allo stomaco.

In questi casi è sempre meglio consultare il proprio medico per ovviare a queste situazioni e trovare una soluzione che ci permetta di proseguire nel migliore dei modi la gravidanza.

Perchè se credete anche voi nella saggia frase di Feurbach: “Siamo quello che mangiamo” in gravidanza dovete (in questo caso ci è permesso!) moltiplicare per due! 😉

 

Firma: Carlotta Guglielman

Notizie Correlate

Commenta