L’amico fa coming out e lui risponde così. Hanno solo 13 anni! (FOTO)

Spesso i piu’ piccoli possono insegnare a noi adulti cosa significhi davvero essere amici: uno scambio di sms che nel giro di pochi giorni è diventato virale.

bimbi

Unimamme, spesso sentiamo tante storie di intolleranza, anche tra giovanissimi e ne sono testimoni i numerosi episodi di bullismo che occupano le nostre cronache, oggi invece vogliamo parlarvi di uno straordinario scambio di battute tra due amici, poco piu’ che bambini, che testimonia come ci sia ancora speranza.

La sorella maggiore di un ragazzino di 13 anni ha riportato un sms che il fratellino ha scambiato con il suo migliore amico e in cui fa il suo coming out rivelando la propria omosessualità.

Ecco per voi il dialogo tradotto.

sms 1 di 3


 

Bambino A: devo dirti qualcosa, sono davvero sconvolto.

Bambino B: cosa succede? Vuoi che ti chiami?

Bambino A: no, non farlo, i miei genitori sono nella stanza insieme a me, è una cosa molto personale

Bambino B: di cosa si tratta?

sms 2 di 3


 

Bambino A: lo sto raccontando solo a te, per favore non dirlo a nessuno. Mi fido di te fratello, il fatto è che mi sento diverso. Non so come spiegarlo ma si tratta di una “brutta” differenza.

Bambino A: Non provo le stesse cose che provano gli altri ragazzi nei confronti delle ragazze. Non è normale vero? Non lo so…

Bambino A: e fratello, non voglio che tu non sia più mio amico perché … sento per i ragazzi quello che loro sentono per le ragazze. Sono così strano mi sento così strano e sbagliato…

sms 4 di 4


Bambino A: mi piacciono i ragazzi. E’così imbarazzante per me dirlo, ma questo è il mio segreto e avevo tanta paura di dirtelo, perchè sei il mio migliore amico fratello e non voglio che pensi che sia strano o che mi abbandoni o altro ancora.

Bambino B: fratello, siamo grandi amici da 3 anni e sono contento che tu me l’abbia detto. A chi importa cosa diranno gli altri? Tu sei magnifico e non c’è nient’altro che importi, sono contento che tu sia il mio migliore amico. Non vergognarti perché non c’è niente di cui doversi vergognare. Come fratello ti starò al fianco. Non c’è niente di sbagliato nell’essere gay amico mio.

Pubblicata su Twitter questa conversazione ha già collezionato 30 mila retweet.

Dopo gli ultimi casi di suidicio e violenza di cui sono stati protagonisti tanti, troppi ragazzini, unimamme a voi non sembra magnifica la risposta dell’amico di questo ragazzino che dimostra molta più saggezza e comprensione di tanta gente adulta?

Voi cosa ne pensate?

 

 

Fonte: Buzzfeed.com

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta