La crescita di un bimbo dai 12 ai 24 mesi

Ecco le tappe principali di sviluppo che accompagnano un bimbo dai 12 ai 24 mesi

Due bambini giocano con le costruzioni

Dopo avervi parlato dei progressi che compie un bambino dai 3 mesi all’anno di vita, oggi vi vogliamo parlare delle tappe che nostro figlio percorre nel periodo di tempo che passa tra i 12 mesi e i 2 anni. Si tratta di una trasformazione eccezionale: il bimbo diventa di fatto più indipendente imparando a camminare (e iniziano anche i guai!)  e la sua interazione con il mondo esterno è sempre maggiore grazie allo sviluppo del linguaggio.

Ecco allora quali sono i principali momenti di sviluppo di vostro figlio tratte dal sito iss.it, fermo restando, lo ripetiamo sempre, che ogni bambino è unico e che quelle che stiamo per darvi sono solo linee generali.

Partiamo con la crescita dai 12 mesi ai 2 anni.

Dal punto di vista relazionale:

  • E’  timido e preoccupato con chi non conosce
  • Piange quando i genitori si allontanano
  • Si diverte a imitare le persone quando gioca
  • Mostra preferenze verso particolari giochi o persone
  • Verifica le reazioni dei genitori al suo comportamento
  • Ripete suoni e gesti
  • Allunga le braccia o le gambe mentre lo si veste

Dal punto di vista motorio:

  • Riesce a mettersi seduto senza aiuto
  • Si trascina in avanti sulla pancia
  • Si mette a carponi e si muove gattonando
  • Passa da seduto a carponi e a sdraiato sulla pancia
  • Riesce a mettersi in piedi
  • Cammina tenendosi ai mobili
  • Riesce a stare in piedi per qualche istante senza supporto
  • Può compiere tre o quattro passi senza supporto

Dal punto di vista del linguaggio e della percezione dell’ambiente: 

  • Usa gli oggetti in molti modi diversi (agitare, tirare, sbattere, far cadere)
  • Trova facilmente oggetti nascosti
  • Guarda verso un’immagine quando viene nominata
  • Imita i gesti
  • Inizia a usare gli oggetti correttamente (bere dalla tazza, pettinarsi i capelli,comporre il numero di telefono)
  • Presta crescente attenzione ai discorsi
  • Risponde  a semplici richieste
  • Risponde ai ‘no’
  • Usa semplici gesti come ad esempio scuotere la testa per dire no
  • Balbetta con intonazione (cambiamenti di tono)
  • Dice ‘mamma’ e ‘papà’ e usa esclamazioni come “Oh‐oh!”
  • Prova ad imitare le parole
  • Capacità manuali
  • Usa la mano mettendo in moto la capacità di usare la pinza superiore (usa anche il pollice)
  • Sbatte due oggetti insieme
  • Mette  gli oggetti dentro e fuori da un contenitore
  • Esplora con il dito indice
  • Prova a scarabocchiare

Non è stupendo vedere quante capacità acquistano giorno dopo giorno? E i vostri figli cosa fanno, unimamme?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta