Un papà trova un modo per educare la figlia: le foto diventano virali -FOTO

Un papà trova un modo originale per educare la figlia all’uso del cellulare e dei selfie.

lezione esemplare virale

La moda del momento è quella di pubblicare i propri selfie per mostrare la quotidianità e ottenere tanti “Like”. Ormai tutti i giovani utilizzano i social network e molto spesso ne abusano, come ha fatto Danny Bowman, malato di selfie, che si scatta ben 200 foto al giorno. Un papà ha voluto dare una lezione esemplare alla propria figlia, ecco quale.

I selfie virali del papà che ha deciso di dare una lezione alla figlia adolescente

Chris Martin è un attore comico e costumista americano che ha deciso di prendere in giro sua figlia Cassie, vittima della moda del momento ovvero pubblicare selfie, l’evoluzione dell’autoscatto fatto con il telefono, sui vari social network.

lezione esemplare virale

lezione esemplare virale

Tutto ha avuto inizio dopo che Cassie ha postato su Instagram una foto con le labbra messe in bella mostra, la classica “duck face”. Il papà dopo aver visto questa foto, invece di sgridarla e di dirle che non è molto carino, ha preferito fare dell’altro. Ha deciso di imitare la figlia e le sue sexy foto mettendola al quanto in ridicolo.

Le sue foto sono diventate virali.

lezione esemplare virale

L’uomo che ha cercato di riprodurre al meglio gli scatti della figlia imitandola anche nell’abbigliamento, nei tatuaggi e nelle scenografie si è cosi espresso per motivare la sua decisione: «Mia figlia pubblicava dei selfie sexy su Instagram e io, invece che dirle di smettere, ho pensato a qualcosa di meglio».

Un vero spasso per chi ha visto le sue foto, meno per la giovane Cassie che, a sua volta, imbarazzata per quanto le stesse accadendo, ha dichiarato: «Ragazzi, aiutatemi. Mio padre mi perseguita sui social media».

lezione esemplare virale

E voi unimamme cosa ne pensate di questo papà? Secondo voi servirà a qualcosa il suo operato? Attendiamo le vostre opinioni.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta